MotoGp, Rossi e Vinales risolveranno i loro problemi a Silverstone? Michelin spiega: “un circuito che mette a dura prova le gomme, ecco quali abbiamo scelto”

LaPresse/EXPA

La Michelin ha scelto le gomme per la gara di domenica di MotoGp a Silverstone, un circuito che mette a dura prova gli pneumatici: ecco quali mescole sono state scelte

E’ tutto pronto per il dodicesimo appuntamento della stagione 2017 di MotoGP. Le due ruote dovranno ‘dividere’ il weekend con la F1 e proprio per questo motivo la gara di Silverstone si disputerà alle 16.30, ma si prospetta ugualmente un grandissimo spettacolo, con Marquez e Dovizioso a caccia di conferme dopo la brillante prestazione del Red Bull Ring e Rossi e Vinales invece in cerca di risultati nettamente migliori rispetto a quelli austriaci.

I piloti Yamaha hanno disputato una giornata di test domenica a Misano, per cercare di risolvere i problemi con la gomma posteriore, che ultimamente consumano troppo presto. Problemi che non è detto che saranno risolti a Silverstone, un tracciato che mette a dura prova gli pneumatici Michelin.

La casa francese che fornisce le gomme per il motomondiale ha deciso di portare in Gran Bretagna tre mescole sia all’anteriore che al posteriore: “le gomme dietro saranno tutte asimmetriche, con il lato destro più duro, come anche lo pneumatico in mescola soffice al posteriore. Le gomme da bagnato, in mescola morbida ed extra morbida, saranno invece tutte simmetriche“, come riportato da GpOne.com.

“Silverstone è uno dei circuiti più veloci del calendario ed anche uno di quelli che offre ai piloti maggiori opportunità di sfruttare al massimo la potenza delle loro MotoGP. Ovviamente questo mette a dura prova gli pneumatici e, quando tutto ciò si somma alle difficoltà della curva 10 a destra ed a quelle della 8 a sinistra, ne risulta un tracciato molto tecnico, che richiede speciali attenzioni per riuscire a staccare un giro veloce. È anche un circuito molto aperto, che presenta ridotti dislivelli, per cui il vento può spirare forte e rappresentare un problema, anche nel contribuire a raffreddare la temperatura dell’asfalto”, ha dichiarato Piero Taramasso. 

“Inoltre, bisogna sempre tenere in considerazione la famosa variabilità delle condizioni climatiche in Gran Bretagna. Come fornitori degli pneumatici dobbiamo, quindi, essere preparati a far fronte ad ogni eventualità, sapendo che può anche fare molto caldo a Silverstone in questo periodo dell’anno. Detto ciò, riteniamo che la nostra gamma di pneumatici sia perfettamente adatta al disegno di questa pista ed al suo asfalto”, ha concluso il responsabile Michelin.

FotoGallery