MotoGp, Aleix Espargarò torna alla carica: “le parole di Brookes? Non mi va di fargli ancora pubblicità”

Dopo il duro scambio di tweet avvenuto sabato, Aleix Espargarò è tornato sulle accuse di Josh Brookes chiudendo definitivamente la vicenda

La pioggia ha preoccupato e non poco i piloti di MotoGp che, in caso di gara bagnata in Austria, avrebbero potuto chiedere di non correre vista la pericolosità di alcune zone del tracciato. 

LaPresse/EXPA

Uno dei sostenitori di questa tesi è stato Aleix Espargarò, spaventato dalle tante cadute avvenute in Moto 2 durante l’unico giorno di pioggia avuto in Austria. Una tesi, quella perorata dallo spagnolo, che ha infastidito Josh Brookes, pilota attualmente impegnato nel BSB che, sui social, aveva attaccato Espargarò provocandone una piccata risposta. Dopo la gara, il pilota dell’Aprilia è tornato sulla questione spiegando l’accaduto: “non voglio renderlo ulteriormente famoso, perché l’ho già fatto nella giornata di sabato” le parole di Aleix Espargarò riportate da Motorsport.com. 

“Ero arrabbiato perché sono stati due anni molto difficili, con tanti incidenti, e la cosa più importante è la sicurezza. Sono un pilota di MotoGP e non mi preoccupo se correre è pericoloso o meno. A Brno, per esempio, sono stato uno dei primi a montare le gomme slick quando la pista era ancora bagnata, ma è inaccettabile che un ragazzo che non corre in MotoGP mi insulti perché dico che la pista non è sicura. Penso che non sia giusto, perché ho sempre usato i social per dare la mia opinione, sia nei momenti positivi che in quelli negativi“.

FotoGallery