Keita-Lazio, la guerra infinita. Verità clamorosa di Lotito: “ecco perché non lo vendo alla Juventus”

keita lazio LaPresse/Alfredo Falcone

Il presidente della Lazio Lotito torna a parlare del caso Keita: “Juventus, Milan e Napoli. Vi dico tutto”

LaPresse/Alfredo Falcone

Keita-Lazio, no alla Juventus – Una guerra infinita, entrata ormai sempre più nel vivo. Keita-Lazio, una storia che ancora non è arrivata all’ultimo capitolo, con il calciatore che spinge per andare alla Juventus, con la richiesta dei bianconeri però che non convince il numero uno della Lazio. Che alla Gazzetta dello Sport svela invece le altre offerte arrivate: “ce ne sono state tre ufficiali, tutte documentabili. Il Milan ci avrebbe dato 35 milioni, il West Ham 32, il Napoli 30. Keita e il suo procuratore hanno risposto che non interessava nessuna delle tre, che la destinazione gradita era la Juve. Il giocatore me lo ha ribadito ad Auronzo di Cadore. La società bianconera ritiene congrua la somma di 15 milioni, io però non posso cedere un giocatore alla metà dell’offerta più bassa tra quelle ricevute. Lo stipendio da top player, quello di Klose, l’avevamo proposto. E’ lui che l’ha rifiutato. In quanto al prezzo. Ma se ho ricevuto delle offerte da 30 milioni in su perché devo cederlo alla metà? Mi si dice che è in scadenza di contratto e che rischio di perderlo a zero se non accetto? E io dico che questa manovra configura il reato di estorsione”.

FotoGallery