F1 – Verstappen avverte la Red Bull: “dopo due tre anni senza migliorare, sarebbe una storia diversa. E sulla lotta tra Ferrari e Mercedes…”

LaPresse/Photo4

Max Verstappen fa preoccupare la Red Bull: l’olandese non esclude un addio al team di Milton Keynes, e sulla lotta tra Ferrari e Mercedes…

Dopo una lunga pausa estiva, la F1 torna nuovamente protagonista. Si prospetta una settimana ricca di emozioni col Gp di Silverstone di MotoGp e quello di Belgio delle quattro ruote. Torna la grande sfida tra Ferrari e Mercedes, ma le Red Bull cercheranno ancora una volta di mettere i bastoni tra le ruote ai propri avversari.

Photo4

In casa Red Bull però non si pensa solo alla stagione attuale, ma anche al futuro e ai progetti. E proprio riguardo al futuro, sembra che Max Verstappen abbia qualche dubbio riguardo la sua permanenza nel team di Milton Keynes.

Ho sempre detto che non ci sarebbe motivo di partire se dovessi avere una vettura competitiva. Al momento non siamo dove vorrei essere, ma questo non significa che dobbiamo arrenderci subito. Ma dopo due o tre anni senza migliorare, sarebbe una storia diversa. Stiamo lavorando duramente per migliorare ma dopo l’anno prossimo vedremo cosa succederà in futuro“, ha dichiarato il giovane pilota olandese, come riportato da Motorsport.com.

LaPresse/Photo4

Ogni weekend di gara è un po’ diverso e questo mi sorprende onestamente. Sulle piste che non hanno troppi rettilinei, siamo ragionevolmente vicini, circa tre decimi più o meno. Quando ci sono più rettilinei allora siamo più lontani, quindi non so cosa aspettarmi dalle prossime gare“, ha aggiunto Verstappen.

Per quanto riguarda la battaglia tra Ferrari e Mercedes, cambia ogni fine settimana. Mi aspetto che la Mercedes sia molto forte a Spa, perché in generale la sua power unit è ancora la migliore in circolazione. Certamente noi continuiamo a sviluppare, ma lo fa ogni squadra, quindi dobbiamo assicurarci di farlo più velocemente e, naturalmente, meglio. Sul lato del motore non c’è molto da fare rispetto alle altre squadre, quindi dobbiamo assicurarci che la nostra vettura stia andando nella direzione giusta“, ha concluso.

FotoGallery