F1, la Ferrari punta tutto sulla… cabala: ecco il curioso dettaglio che fa sognare i tifosi

LaPresse/Photo4

Con una nota apparsa sul proprio sito ufficiale, la Ferrari ha analizzato i risultati dei test svelando anche un curioso dettaglio che fa sognare i tifosi in rosso

Prima parte di stagione archiviata con un grosso segno positivo, legato innanzitutto alla repentina crescita della SF70-H e poi al primo posto di Sebastian Vettel nella classifica piloti.

LaPresse/Photo4

Adesso in casa Ferrari è tempo di ricaricare le batterie e pensare alla seconda parte di stagione che inizierà con due circuiti, Spa e Monza, sulla carta favorevoli alla Mercedes. Nonostante questo, a Maranello sembra essere tutto sotto controllo, a partire dagli ultimi test svolti in Ungheria e Barcellona, dove i piloti hanno immagazzinato ottime informazioni per il futuro: “un programma di test è rivolto a validare soluzioni che possono servire per tutta la stagione, a prescindere dal fatto che si usi un’ala ad alto o basso carico. Quello che si vede sulla macchina quando esce dai box non è necessariamente tutto quello che di nuovo è stato montato” fanno sapere dalla Ferrari con una nota apparsa in questi giorni sul proprio sito ufficiale.

LaPresse/Photo4

La SF70H, per quello che contano i tempi sul giro in queste circostanze, si è comportata bene in Ungheria, sia con i titolari, sia con Charles Leclerc. Le regole prevedono infatti che parte dei test sia dedicata agli “young drivers”, piloti con un massimo di tre GP di Formula 1 disputati. Leclerc e Antonio Giovinazzi si sono poi divisi anche il carico di lavoro dei test Pirelli a Barcellona, dove la SF70H rimane invece in configurazione “standard”, perché durante le prove di gomme i team non possono, in sostanza intervenire sulla vettura. Ultima annotazione: le due sessioni stagionali, a Sakhir e all’Hungaroring, hanno fatto seguito ad altrettante vittorie di Scuderia Ferrari. La prossima, a campionato finito, si terrà proprio ad Abu Dhabi“.

FotoGallery