F1, il responsabile tecnico della FIA fa chiarezza: “i commissari sempre nel box Ferrari? Ecco perchè…”

Photo4

Intervistato in esclusiva da Motorsport.com, Marcin Budkowski ha fatto chiarezza sia sulla questione olio che su quella relativa ai controlli dei team

Tutto fermo in Formula 1, motori spenti e serrande dei box abbassate per godersi gli ultimi scampoli di vacanza. Tra poco meno di due settimane si torna a fare sul serio, il calendario del Mondiale regala il Gp di Spa, uno spettacolo unico sicuramente da non perdere. Emozionante sarà anche il duello tra Mercedes e Ferrari, pronto a rinnovarsi dopo l’ultimo affondo del Cavallino all’Hungaroring, dove è arrivata una straordinaria doppietta delle macchine in rosso.

LaPresse/Photo4

Prima di buttarsi a capofitto sulla seconda parte di questa stagione, Marcin Budkowski, il nuovo responsabile tecnico della FIA, si è concesso a una lunga intervista esclusiva di Motorsport.com, facendo chiarezza sulla combustione dell’olio e sui controlli relativi ai vari team. “La F.1 oggi è una disciplina nella quale la quantità di benzina che si può usare è di 105 kg, così come è normata la portata istantanea di 100 kg/h. Questa formula ha permesso di avere motori molto efficienti grazie al recupero di energia dell’ibrido: si tratta di valori nettamente superiori a quelli dei motori stradali. La F.1, quindi, rappresenta il pinnacolo di ricerca sullo sviluppo dei motori e sul consumo di carburante rispetto alla potenza. 

LaPressePhoto4

I regolamenti, per come sono scritti, non consentono alcun consumo di olio. In realtà ogni propulsore consuma dell’olio, tant’è che anche nell’uso stradale bisogna fare dai periodici rabbocchi di lubrificante. Per cui ci deve essere una tolleranza… Il consumo deve essere limitato, ma non era stato definito il valore che potesse essere accettabile: abbiamo fissato dei limiti che fossero adatti a un motore da competizione: 0,6 litri per 100 km. Si tratta di un valore adeguato, ma forse siamo partiti in modo un po’ aggressivo perché ci sono motori che consumano molto olio per garantire l’affidabilità. È per questo che cerchiamo di trovare delle soluzioni intermedie: abbiamo proposto una tolleranza maggiore in 2017: 1,2 l per 100km all’inizio della stagione e 0,9 l per 100 km da Monza in poi”.

LaPresse/Photo4

Per quanto riguarda i controlli sui team, Marcin Budkowski svela: “siamo spesso in tutti i box, non solo in quello della Ferrari. Magari l’attenzione vostra è maggiore sul box della Ferrari e si nota il nostro delegato tecnico quando ci va, ma posso assicurare che c’è un commissario per ogni garage. È evidente che ci sono due squadre in lotta per il mondiale, per cui se andiamo alla Sauber non ci nota nessuno, mentre se stazioniamo da Mercedes e Ferrari c’è maggiore attenzione. La questione è semplice: controlliamo sia Ferrari che Mercedes”.

FotoGallery