F1, Ericsson mette le cose in chiaro: “io inferiore a Wehrlein con la Sauber? Ecco cosa dico”

LaPresse/Photo4

Intervistato da Motorsport.com, Marcus Ericsson ha parlato del dualismo con Pascal Wehrlein mettendo in chiaro alcuni punti

La classifica parla chiaro, i numeri anche. Pascal Wehrlein guida con cinque punti il dualismo interno alla Sauber con Marcus Ericsson, ancora fermo a zero dopo undici Gran Premi. Nonostante il divario sia alquanto ampio, vista la difficoltà del team di Hinwil di andare a punti, il pilota svedese è convinto di non aver sfigurato al cospetto del compagno, dimostrando invece di potersela giocare alla pari.

LaPresse/Reuters

“La differenza delle prestazioni tra me e Wehrlein è sempre stata ridotta. Ad esempio, a Barcellona si è trattato di un paio di centesimi e in Russia sarei stato più veloce di lui, non fosse andato in testacoda con conseguente sventolamento delle bandiere gialle. Penso che finora siamo stati sullo stesso livello. Se si fa poi una media per quanto concerne le qualifiche, il margine è ancora più piccolo. Mi manca soltanto qualche dettaglio per tirare fuori di più dalla macchina” sottolinea Ericsson a Motorsport.com. “Pascal è un ottimo pilota. Lo sapevo già prima di condividere con lui il box e credo che lo abbia ulteriormente dimostrato quest’anno, specialmente il sabato pomeriggio, quando bisogna compiere un giro perfetto.

LaPresse/Photo4

In quello è più forte di me, mentre in gara siamo quasi alla pari. Al momento penso di essere in una buona posizione all’interno del team essendoci da un po’, però come ogni pilota mi piacerebbe salire su una monoposto competitiva. Spero, dunque, che il Mondiale in corso mi consenta di progredire e rafforzarmi ulteriormente. Per il 2018 non ho un contratto e non so che cosa accadrà in futuro. Di certo è difficile dimostrare il proprio potenziale e impressionare i big quando si è sempre alla guida delle vetture più lente dello schieramento. Ciò che posso fare è continuare a dare il massimo e lavorare sodo, così magari un giorno mi ritroverò in una squadra in grado di lottare per le prime posizioni e la vittoria“.

FotoGallery