F1, Bottas lancia l’allarme Mercedes: “ecco in cosa dobbiamo migliorare per battere la Ferrari”

LaPresse/Photo4

Valtteri Bottas mette in guardia la Mercedes, indicando i punti in cui migliorare per tenere testa alla Ferrari nella seconda metà di stagione

Motori che si riscaldano, garage che tornano a brulicare di meccanici e di pezzi di ricambio, paddock che si riempie in vista della ripresa dell ostilità. La Formula 1 sta tornando, la lotta tra Ferrari e Mercedes anche.

Lapresse/Xinhua

Il trionfo di Budapest ha restituito forza e vigore al team di Maranello, pronto adesso a giocarsi il tutto per tutto in questo finale avvincente ed emozionante. In casa Mercedes, invece, si lavora duro per ridurre il gap nella classifica piloti che vede Vettel davanti ad Hamilton e Bottas. Proprio il finlandese ha parlato della situazione iridata, indicando al proprio team i punti da migliorare per battere la Ferrari: “penso che le prossime due gare, almeno sulla carta, saranno più favorevoli per noi che alla Ferrari, rispetto all’Ungheria” le parole di Valtteri Bottas riportate da Motorsport.com. “Penso però che siamo riusciti a fare un buon passo avanti. Abbiamo del lavoro da fare. La Ferrari è veloce in percorrenza curva.

LaPresse/Photo4

Abbiamo bisogno di lavorare da quel punto di vista. Dobbiamo mettere mano al nostro pacchetto ad alto carico aerodinamico per migliorarlo. Questo è l’aspetto principale. Ci sono ancora tante piste che richiedono alto carico aerodinamico. Spa e Monza non sono piste di quel tipo, ma poi ci sarà Singapore e dovremo farci trovare pronti. Stiamo davvero lavorando duro per migliorare la monoposto, perché se non riusciremo a farlo allora l’ultima parte della stagione sarà molto difficile per noi. Siamo ancora in buona posizione nel Costruttori, ma abbiamo avuto gare difficili e questo non è certo stato ideale per noi. Ci sono cose che posso migliorare, così come il lavoro che ho fatto con il team sino a oggi. So che la seconda parte della stagione sarà migliore per me, e le mie migliori performance devono ancora arrivare. E’ quello che sento, non vedo l’ora di tornare a correre e prendere parte alla seconda metà della stagione“.

FotoGallery