Dybala shock, confessioni clamorose: “Juventus, ti racconto il mio incubo chiamato Cardiff”

LaPresse/Spada

Confessioni clamorose da parte di Paulo Dybala, l’attaccane della Juventus allo scoperto: “vi racconto il mio incubo chiamato Cardiff”

Dybala, Juventus

LaPresse/Alfredo Falcone

Juventus, confessioni Dybala –Pensavo fosse un incubo dal quale speravo di svegliarmi”. Paulo Dybala torna, a due mesi e mezzo di distanza, sulla nefasta notte di Cardiff in una lunga intervista al “New York Times”. “Avevamo battuto diverse squadre importanti durante il nostro cammino e avevamo concesso appena due gol, invece il Real ce ne ha fatti tre in 45 minuti – ricorda l’attaccante della Juventus -. In quei 45 minuti non siamo stati noi stessi, 45 minuti che hanno distrutto ogni cosa. Il dolore per aver perso quella finale resterà con me fin quando non solleverò la Champions League. A quel punto sarò molto più tranquillo, nel calcio ci si può sempre rifare”.

Delusione Dybala

LaPresse/Alfredo Falcone

Juventus, confessioni Dybala – Parlando della sua scelta di approdare in Italia, la Joya – che ha debuttato domenica sera con la maglia numero 10 realizzando una doppietta, inutile per la Juve, nella Supercoppa italiana contro la Lazio – dice che “e’ molto difficile segnare in Serie A. Anche se giochi contro formazioni in posizioni di classifica inferiori, vinci 1-0 o 2-0. In Spagna è tutto più aperto: il Barcellona può vincere 6-0. In Inghilterra o in Germania, fioccano i 4-3…Per questo c’e’ un solo posto dove si possa realmente misurare il proprio talento, ed è la Champions League. E’ uguale per tutti. Per me, per Neymar, per Pogba…”. (ITALPRESS). fsc/red

 

FotoGallery