Ciclismo, Elia Viviani stupisce ancora e punta il mondiale di Bergen: “Cassani sa bene le mie intenzioni”

elia viviani LaPresse/ Fabio Ferrari

Elia Viviani continua a vincere e convincere. Il velocista del Team Sky ha intenzione di giocarsi le possibilità al mondiale di Bergen

Elia Viviani continua a vincere. Dopo l’importante trionfo ottenuto nella Classica di Amburgo, il velocista del Team Sky fa sua anche la prima tappa del Tour du Poitou Charentes. Nulla da fare per Nacer Bouhanni della Cofidis che ha provato in tutti i modi a far sua frazione, ma allo sprint il francese si è arreso alla grande prestazione del corridore italiano. Buon terzo posto per Danilo Napolitano della Wanty-Groupe Gobert. Un successo meritante per Viviani che cancella definitivamente l’amarezza dell’Europeo perso qualche settimana fa. 

Elia Viviani ha raccontato come è riuscito a vincere la prima tappa del Tour du Poitou Charentes: “mi sento proprio bene: le vittorie poi fanno tanto anche per il morale. Ovviamente voglio cercare di sfruttare al massimo questo momento. Il circuito finale era su strade un po’ strette e il traguardo in leggera ascesa, con gli ultimi 350 metri che salivano sino al 4-5% – ha dichiarato il corridore del Team Sky come riportato da La Gazzetta dello Sport – Quando sono uscito dalla ruota di Bouhanni ho temuto di averlo fatto troppo presto. Ma sono stato lucido: la discesa prima del rettilineo mi ha lanciato bene, poi ho messo il rapporto sul 12 e ho tenuto alta la velocità. Così lui, quando ha cercato la rimonta ai 50 metri, mi è rimasto a distanza”.

Elia Viviani concluderà il Tour du Poitou Charentes (oggi altra tappa importante per il velocista del Team Sky) ma il suo programma ancora è in alto mare. La squadra britannica non ha comunicato a Viviani quali saranno le gare da correre. Il campione italiano però ha già le idee chiare su come comportarsi se sarà convocato per il Gp Plouay: “forse domenica il Gp Plouay, ma è tutto da definire. In ogni caso, noi di Sky faremo la corsa per Kwiatkowski e, se ci sarà volata, io lavorerò per Van Poppel: devo ricambiare il favore di Amburgo – ha continuato -. Il Tour of Britain? Per Sky è la corsa di casa, ha un’importanza enorme, sarà dura entrare tra i sei del team. Peraltro, molto dipenderà anche dalle mie chance di disputare il Mondiale fra un mese”.

Il velocista del Team Sky ha un sogno: andare a Bergen e farà di tutto per convincere Davide Cassani per convocarlo. Elia Viviani non ha corso nessun grande giro in questa stagione ma solo corse di prestigio. Sarà difficile perchè la concorrenza è notevole, ma il velocista italiano ci spera molto. Su questo tema il corridore italiano ha dichiarato: “ci terrei molto a correre a Bergen, lo sapete. E lo sa anche Davide (Cassani, ndr) – ha concluso -. Questo Mondiale non è come quello dello scorso anno a Doha, fatto su misura per noi velocisti, ma penso che un Viviani in questa condizione possa essere utile alla causa azzurra. A proposito: gran bella vittoria quella di Trentin alla Vuelta“.

FotoGallery