Tavecchio, Opti Pobà 2.0: “Stadi? Non solo calcio, serve la lap-dance”

LaPresse / Roberto Monaldo

Clamorose dichiarazioni da parte del presidente della FIGC Carlo Tavecchio: “stadi? Serve anche la lap-dance”

LaPresse/Jennifer Lorenzini

“Gli stadi non sono più posti dove andare solo a vedere il calcio, ci deve stare la farmacia, il cinema, la lap-dance, bisogna fare attività sociale”, firmato Carlo Tavecchio. La nuova trovata del presidente della FIGC è destinata a far discutere. “Abbiamo un handicap sugli stadi: il campionato si gioca in impianti inferiori alla media europea anche sotto il sistema della sicurezza. Il monitoraggio dei tifosi non può che essere individuale, altrimenti diventa drammatico. Sono stato in Turchia, dov’è attivo un sistema elettronico e chiunque è individuato nel posto in cui siede: dovrebbe essere attuato anche in Italia, impegnerebbe un centinaio di milioni di investimento per la Serie A”, le parole di Tavecchio davanti alla Commissione Antimafia. Una “lap-dance” che rischia di diventare un nuovo tormentone: l’Opti Pobà 2.0 è servito”.

FotoGallery