Porsche Cayenne: la casa tedesca ha richiamato 21.500 modelli diesel

In accordo con l’Istituto Federale della Motorizzazione, Porsche ha richiamato i modelli Cayenne Diesel V6 da 3 litri nella classe di emissioni EU6

Nel corso delle verifiche interne condotte sulle proprie vetture, il Costruttore di vetture sportive ha rilevato delle irregolarità nel software di controllo del motore e ha trasmesso prontamente i dati rilevati al KBA. Nell’ambito della procedura di richiamo, è stato concordato con le autorità un aggiornamento del software come misura correttiva. In Europa, l’intervento riguarda circa 21.500 vetture, 6.000 delle quali in Germania, appartenenti agli anni modello dal 2014 al 2017. Si precisa che Porsche non sviluppa né produce motori diesel. Tuttavia, come Costruttore di vetture, Porsche si assume la completa responsabilità nei confronti dei propri Clienti. Per Porsche è di fondamentale importanza che tutte le aspettative dei Clienti relative a qualità, integrità e assistenza siano soddisfatte pienamente.

Dovendo attendere l’approvazione del KBA sull’aggiornamento software proposto, l’azione di richiamo è prevista per l’autunno 2017 e sarà completata al più presto possibile. I possessori delle vetture interessate saranno contattati direttamente dal loro Partner Porsche. L’intervento in officina richiederà circa un’ora e sarà completamente gratuito. Indipendentemente dal richiamo programmato, Porsche continua a condurre gli accertamenti interni sulle proprie vetture allo scopo di individuare qualsiasi ulteriore ottimizzazione possibile. Inoltre, l’azienda continua a lavorare a stretto contatto con le autorità, in particolare con il KBA.

FotoGallery