LeBron James, scelta di cuore: il Re non rinuncia alla ‘no-trade clause’, ma la scelta nasconde un pericolo per i Cavs…

ITALPRESS

LeBron James ha deciso di rispettare la sua ‘no-trade clause’: la scelta di restare ad ogni costo però potrebbe essere controproducente per gli stessi Cavs

Le Finals che hanno certificato il dominio degli Warriors della coppia Curry Durant, il licenziamente del GM David Griffin ancora non rimpiazzato e la grana Kyrie Irving, pronto a dire addio: i Cavs non stanno vivendo un bel momento. LeBron James lo sa benissimo e medita sul suo futuro. Secondo quanto riportato da Chris Haynes di ESPN, il Re vorrebbe rispettare la sua ‘no-trade clause’ e restare in Ohio fino al termine del suo contratto. La clausola in questione infatti permette al giocatore di avere l’ultima parola su ogni trasferimento che, a quanto pare, LeBron rispedirà al mittente fino alla prossima estate.

Il guaio arriverà proprio nel 2018: LeBron sarà free agent (a meno che non decida di esercitare la player option da 35.6 milioni di dollari.) e probabilmente cambierà franchgia, con i Lakers pronti ad accoglierlo, stando agli ultimi rumors. In quel caso i Cavs perderebbero la loro stella senza ricevere nulla in cambio. Una scelta di cuore quella di LeBron dunque, ma che potrebbe rivelarsi invece altamente dannosa per la stessa franchigia che ha portato alla gloria.

FotoGallery