Emily Ratajkowski, tra discriminazioni sessuali e cinema: “non lavoro perchè sono troppo sexy e ho il seno grande” [FOTO]

  • Credits Instagram

    Credits Instagram

  • Ph Instagram

    Ph Instagram

  • Ph Instagram

    Ph Instagram

  • Ph Instagram

    Ph Instagram

  • Ph Instagram

    Ph Instagram

  • Ph Instagram

    Ph Instagram

  • Ph Instagram

    Ph Instagram

  • Ph Instagram

    Ph Instagram

  • Ph Instagram

    Ph Instagram

  • Ph Instagram

    Ph Instagram

  • Ph Instagram

    Ph Instagram

  • Ph Instagram

    Ph Instagram

  • LaPresse/Omar Abd el Naser

    LaPresse/Omar Abd el Naser

  • LaPresse/Omar Abd el Naser

    LaPresse/Omar Abd el Naser

  • LaPresse/REUTERS

    LaPresse/REUTERS

/

Emily Ratajkowski dice la sua sulla carriera nel cinema in cui non riesce a sfondare, non solo moda e passerelle per la bellissima americana: ‘Emrata’ vuole di più…

Emily Ratajkowski, tra discriminazioni sessuali e cinema-  “Da un po’ di tempo mi succede questa cosa, la gente mi guarda e pensa: ‘Oh, è troppo sexy’”. Così Emily Ratajkowski parla sulla sua ambizione (a suo parere infranta) di sfondare nel cinema. La modella richiestissima alle sfilate e seguitissima sui social commenta la sua sulla carriera che a 25 anni si è costruita non senza sacrifici.  “È come una cosa contro le donne, il fatto che le persone non vogliano lavorare con me perché il mio seno è troppo grande. Cos’ha che non va il seno? È una cosa bella e femminile che bisogna celebrare. Tipo, chi se ne frega? Sono belle sia grandi che piccole. Perché dovrebbe essere una questione?”.

Emily Ratajkowski, tra discriminazioni sessuali e cinema – “La nostra società vuole che le donne non siano sexy, – ammette duramente la bella statunitense – che non abbiano fiducia in se stesse, che non abbiano opinioni politiche. Questo ci darebbe troppo potere. La nostra società ci chiede di dichiarare e difendere le nostre motivazioni, mentre gli uomini fanno ciò che vogliono senza doversi giustificare con nessuno”. Emily Ratajkowski parla di discriminazione di genere. “Il mio fidanzato Jeff Magid – svela – ha fiducia in se stesso ed è stato cresciuto dalla madre, ama e ammira le donne. Non pensa solo che siano belle, le ama profondamente e le rispetta, così approva ciò che sono”. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery