Land Rover: presentati i nuovi motori della famiglia Ingenium dedicati ai modelli Discovery Sport ed Evoque

Land Rover ha presentato due nuovi propulsori Ingenium a benzina destinati ai SUV compatti Discovery Sport e Evoque

Land Rover ha presentato due nuovi propulsori Ingenium a benzina destinati ai SUV compatti Discovery Sport e Range Rover Evoque, oltre ad una nuova variante diesel da 240 CV, che non mancheranno di rafforzare ulteriormente l’appeal dei due best seller.

Ingenium quattro cilindri a benzina

Le versioni 2018 Model Year della Land Rover Discovery Sport e della Range Rover Evoque sono equipaggiate con i nuovi Ingenium quattro cilindri da 2.0 litri a benzina, caratterizzati da performance progressive e raffinate. Per la prima volta fa la sua apparizione sui veicoli Land Rover la nuova famiglia di motori Ingenium a benzina di Jaguar Land Rover. Queste novità sottendono l’impegno a lungo termine della Società nella riduzione delle emissioni e dei consumi dell’intera gamma, grazie all’adozione di propulsori sempre più efficienti. Il nuovo 4 cilindri Ingenium a benzina, centro della strategia Land Rover di abbattimento delle emissioni, è prodotto presso il Centro Produzione Motori di Wolverhampton, da 1 miliardo di sterline. Progettati e realizzati nel Regno Unito, gli Ingenium sono i motori più evoluti mai prodotti dall’Azienda. Le loro avanzate tecnologie garantiscono performance eccezionali, efficienza e raffinatezza, pur ottemperando alle più stringenti normative internazionali sulle emissioni.

RANGE ROVER EVOQUE

La produzione della Range Rover Evoque, modello che ha dominato il segmento dei SUV di lusso dal lancio nel 2011, ha recentemente superato il traguardo delle 600.000 unità. L’Evoque, lusso e raffinatezza Range Rover concentrati in un veicolo compatto, è disponibile con tre varianti di carrozzeria:  5 porte, Coupé e Convertibile. Il 240 CV Ingenium benzina, disponibile su tutte e tre le versioni, è del 15% più efficiente del precedente GTDi. Le tecnologie di riduzione degli attriti di questi propulsori garantiscono non solo la raffinatezza, che è un must di Range Rover, ma vantaggi pratici quali emissioni di CO2 pari a 165 g/km e consumi di 7,3 litri/100 km. Il benzina Ingenium da 290 CV proietta l’Evoque da 0 a 100 km/h in 6,3 secondi, e le consente di raggiungere una velocità massima di 231 km/h. Prosegue inoltre la commercializzazione dell’Evoque 150 CV eCapability 4×2, che fa registrare emissioni di 109 g/km di CO2 (ciclo combinato) e un consumo di 4,2 l/100 km. La versione a benzina più potente è dotata del pacchetto esterno Dynamic, che comprende paraurti più grandi.

L’ampia scelta colori comprende: colori pastello: Fuji White, e Narvik Black; Metallizzati: Yulong White, Indus Silver, Corris Grey e Santorini Black, Loire Blue, Firenze Red e Kaikoura Stone; Premium: Silicon Silver e Carpathian Grey. Phoenix Orange diventa colore esclusivo riservato alla versione Convertibile. Ad accentuare la sportività dell’Evoque sono disponibili nuovi sedili Sport, con particolari inserti traforati a coste orizzontali. In risposta alla forte domanda di personalizzazione della gamma, la Range Rover Evoque Convertibile MY2018 acquisisce nuovi interni Lunar/Ivory (sulla SE Dynamic) in aggiunta a quelli Ebony.

DISCOVERY SPORT

La Discovery Sport è ad oggi il fast-seller di Land Rover, che dal 2014, data di lancio, ne ha consegnate oltre 200.000. Il versatile SUV premium compatto esprime tutta l’ampiezza delle capacità Land Rover, con impareggiabili qualità all-terrain, tutta la versatilità dei sette posti e interni prestigiosi. I nuovi motori a benzina Euro 6 garantiscono un mix di potenza ed efficienza.  Il propulsore da 240 CV sviluppa una coppia massima di 340 Nm, con consumi di 8.0 l/100 km ed emissioni di 181 g/km di CO2 (ciclo europeo combinato). La versione da 290 CV accelera il veicolo da 0 a 100 km/h in 6,7 secondi. Il diesel Ingenium con turbo twin scroll fornisce il massimo della potenza e dell’efficienza nei consumi. Con il 240 CV da 500 Nm di coppia, l’accelerazione 0/100 km h è di 7,5   secondi, con consumi pari a 6,4 l/100km ed emissioni di 169 g/km di CO2 (ciclo europeo combinato).

Massima personalizzazione, grazie ad una più ampia scelta

La tavolozza della Discovery Sport comprende ora 12 colori:  Pastello: Fuji White, e Narvik Black; Metallizzati: Indus Silver, Scotia Grey, Corris Grey, Santorini Black, Firenze Red, Yulong White, e Byron Blue; Premium Metallizzati: Namib Orange, Carpathian Grey, e Silicon Silver. La personalizzazione si estende al tetto a contrasto opzionale disponibile nei colori Corris Grey e Narvik Black. L’interno è caratterizzato dal nuovo colore Vintage Tan, simile a quello della Nuova Discovery. La nuova composizione dell’espanso utilizzato nei sedili accresce il comfort del pilota e dei passeggeri. I sedili con regolazioni elettriche acquisiscono un supporto lombare a quattro posizioni (due nella versione precedente) e 12 regolazioni opzionali.

Gli Ingenium a benzina in dettaglio

Le tecnologie di questo motore, reattivo ed efficiente, comprendono condotti di scarico integrati, iniezione diretta a 2000 bar e turbocompressore twin scroll. Controllo elettroidraulico delle valvole di aspirazione. Questa evoluta tecnologia consente l’apertura variabile delle valvole, cosicché il controllo del carico è gestito essenzialmente dalle valvole di aspirazione, piuttosto che dall’acceleratore. Ciò riduce le perdite di pompaggio e consente maggiore flessibilità e gestione del flusso d’aria in ingresso nelle camere di combustione, con conseguenti incrementi di potenza e coppia, e minori consumi ed emissioni. Il potente Ingenium a benzina Si4 da 290 CV sostituisce il tradizionale sistema di cuscinetti idrodinamici del turbo con cartucce con cuscinetti a sfere, che garantiscono migliori prestazioni, nonché risposta ai transienti e maggior efficienza.

Diesel Ingenium: una nuova generazioni di diesel puliti

Sono disponibili due versioni del raffinato diesel Ingenium a quattro cilindri, caratterizzato da una coppia elevata a bassi regimi, eccellente reattività ed accelerazione. La raffinatezza è sottesa da caratteristiche quali l’elevata rigidità del carter, due contralberi e i supporti idraulici attivi del motore. Il raffinato sistema di ricircolo dei gas di scarico (EGR) impiega un circuito raffreddato a bassa pressione in aggiunta a quello ad alta pressione: ciò riduce le perdite di pompaggio aumentando ulteriormente l’efficienza, e limitando le temperature di picco della combustione, per contribuire a ridurre la formazione di NOx nei cilindri. Il sistema di riduzione catalitica selettiva (SCR) abbatte decisamente i livelli di emissioni di NOx allo scarico. Il sistema inietta Diesel-Exhaust Fluid AdBlue nei gas di scarico, dove reagisce con gli ossidi d’azoto convertendoli in azoto ed acqua, affinché i diesel Ingenium siano a norma Euro 6. Chi desidera maggiori performance senza rinunciare all’efficienza può orientare la propria scelta sull’Ingenium diesel Sd4. Equipaggiato con due turbocompressori – la prima applicazione Jaguar Land Rover di turbocompressori in serie con funzionamento sequenziale – e con un common-rail da 2.200 bar, il motore eroga 240 CV ed un’eccezionale coppia di 500 Nm già a soli 1.500 giri.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery