Incentivi auto: il Governo dice no e pensa di aumentare le tasse sulle vecchie automobili

Le tasse automobilistche dovrebbero aumentare in base all’età del veicolo per stimolare il rinnovo del parco auto circolante senza bisogno di incentivi auto

Le auto con molti anni sulle spalle sono molto più pericolose ed inquinanti rispetto ai modelli di più recente fabbricazione e per questo motivo che il Governo si sta muovendo per stimolare il rinnovo del parco auto circolante del nostro paese.

Tra le misure più adottate negli ultimi anni troviamo i cosiddetti incentivi di rottamazione che prevedevano un bonus, ovvero uno sconto a chi rottamava la propria vecchia automobile per acquistarne una nuova. Il nostro  Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, ha però proposto un’altra ricetta che per molti versi sembra più che discutibile, ovvero aumentare le tasse sui veicoli più anziani per ottenere un rinnovamento del parco.

Per esattezza, le parole del ministro sono state le medesime: “dovremmo mettere a punto un meccanismo faccia leva sul rapporto tra tassazione e rinnovamento del parco in maniera più accelerata”. Da qui è possibile dedurre che le tasse dovrebbero aumentare in base all’età del veicolo, ma questa possibile opzione ci rende molto scettici su un possibile raggiungimento dello scopo.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery