Giro d’Italia donne, Arianna Fidanza si confessa ai microfoni di SportFair: “cercherò di fare bene nei percorsi che mi si addicono” [GALLERY]

  • Ph: IN Photo Studio” http://www.inphotostudio.it

    Ph: IN Photo Studio” http://www.inphotostudio.it

  • Ph: IN Photo Studio” http://www.inphotostudio.it

    Ph: IN Photo Studio” http://www.inphotostudio.it

  • Ph: IN Photo Studio” http://www.inphotostudio.it

    Ph: IN Photo Studio” http://www.inphotostudio.it

/

Arianna Fidanza sarà una delle cicliste che prenderanno parte al Giro d’Italia donne che scatterà oggi. Ai microfoni di SportFair, l’azzurra ha parlato della sua preparazione a questa corsa e sui suoi programmi futuri

Arianna Fidanza, ciclista dell’Astana Women, sarà ai nastri di partenza del Giro d’Italia donne. La ciclista è una passista veloce ed è la figlia di Giovanni Fidanza, ex corridore degli anni ’90 e attuale allenatore dell’Astana Women. La ciclista affronterà il Giro d’Italia scatterà oggi con 10 tappe impegnative. Ai microfoni di SportFair Arianna Fidenza ha raccontato le sue sensazioni e i suoi progetto futuri.

Come ti sei preparata per il Giro d’Italia?

“Per il Giro d’Italia mi sono allenata in altura a Livigno 20 giorni, è stato un avvicinamento con pochi chilometri di corsa sulle gambe”. 

Quali sono le tue prospettive per il Giro d’Italia?

“Alla vigilia non mi pongo grandi prospettive, quelle si vedranno strada facendo, tappa dopo tappa, perchè è una corsa a tappe lunga ed impegnativa in cui potrebbero presentarsi molte variabili. Sono consapevole di essermi preparata al meglio, cercherò di fare bene nei percorsi che mi si addicono di più e di difendermi per quanto mi sarà possibile nelle tappe più dure, sarò anche al fianco delle mie compagne di squadra ed insieme cercheremo di ottenere il miglior risultato possibile. Saranno dieci giorni che richiederanno un grande impegno fisico e mentale, mi servirà anche da esperienza e valuterò dove dovrò ancora migliorare, visto che mi confronterò con atlete di un grande livello”. 

Hai in mente qualche tappa dove poter andare a vincere?

“Non ho in mente tappe precise, penso che ogni giorno sia buono per cercare di fare il meglio possibile. Sfogliando i percorsi forse in una sola tappa si arriverà in gruppo in una volata generale, in quella se mi sarà data la possibilità dalla squadra di sprintare proverò a cogliere un risultato, altrimenti mi metterò a disposizione per una mia compagna”. 

Come ti trovi in una squadra così prestigiosa come l’Astana?

“Nell’Astana mi trovo bene, l’ambiente è tranquillo e c’è serenità. Questo penso sia una delle cose più importanti per un gruppo giovane come il nostro a cui viene data l’opportunità di crescere senza eccessive pressioni”.

Ti aspettavi la vittoria di Elisa Longo Borghini ai campionati Italiani?

“Sinceramente mi aspettavo la vittoria di Elisa ai recenti campionati italiani, sia in quello a cronometro che in quello in linea. Vittorie più che meritate visto il suo grande livello che la pone tra le atlete più forti al mondo. Titoli che riuscirà ad onorare al meglio in ogni gara che la vedranno al via.”

Dopo il Giro d’Italia quali corse disputerai?

“Dopo il Giro d’Italia purtroppo avrò un altro periodo in cui non correrò, quindi mi aspetteranno qualche giorni di relax per recuperare le energie necessarie per affrontare poi il finale di stagione nel migliore dei modi”. 

Andrai all’Europeo o al Mondiale?

“Le convocazioni per gli europei e i mondiali vengono fatte dal commissario tecnico della nazionale e ancora io non so se parteciperò. Sicuramente mi piacerebbe partecipare all’europeo under23 su strada che lo ritengo un appuntamento alla mia portata”. 

Da poco hai aperto un sito internet per tenere aggiornati i fans. C’è ne puoi parlare?

“Il mio sito internet: www.ariannafidanza.it è stato aperto da pochi mesi grazie alla collaborazione di Walter Pettinati (Pettinati Communication) che lo ha ideato, creato e si impegna al massimo per tenerlo sempre aggiornato. Mi è stato proposto questo progetto che è mirato a dare maggiore visibilità al ciclismo femminile, purtroppo ancora poco considerato dai media in Italia, come si può vedere anche dalla mancata diretta TV del Giro Rosa. Ringrazio le persone che come Walter ci sostengono e credono in questo progetto. Nel mio sito potrete trovare la mia biografia, foto, i miei pensieri, i miei commenti delle gare e le varie vittorie, vi invito a darci un’occhiata!”

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery