Finale Champions League – Come finirebbe Juventus-Real Madrid se si giocasse a… basket? Che sfida anche con la palla a spicchi [VIDEO]

Questa notte Juventus e Real Madrid daranno spettacolo nella Finale di Champions League sul rettangolo verde di Cardiff: ma come finirebbe il match se si giocasse… a basket?!

Finale Champions League: Juventus-Real Madrid – Mancano pochissime ore al fischio d’inizio di Juventus-Real Madrid, Finale di Champions League 2016/2017. La partita più attesa dell’anno che vede confrontarsi le due squadre migliori d’Europa. Il Real Madrid in cerca del back to back dopo la vittoria nella scorsa stagione, la Juventus per completare uno strepitoso triplete dopo aver vinto Campionato e Coppa Italia. Tanto talento da ambo le parti, gol, grinta e giocate. Il tutto su un campo di calcio… ma se la sfida si giocasse a basket?

Finale Champions League: Juventus-Real Madrid, palla ai Blancos – Il Real Madrid non sarebbe poi così tanto male. L’idolo di Cardiff, Gareth Bale ha dimostrato in passato di possedere delle grandi doti anche con la palla a spicchi. Se col pallone fra i piedi la sua dote principale è la corsa sulla fascia, con la sfera fra le mani diventa un cecchino con ottime percentuali. Maglia dei Miami Heat e fascia in stile LeBron James, ‘La Freccia gallese’ ha accettato la sfida di NBA UK realizzando 3 tiri su 5 da… centrocampo! Non male per uno che dalla distanza è abituato a tirare solo le punizioni.

Non solo attacco. Il Real Madrid ha un talento anche in difesa. Sergio Ramos si dimostra un giocatore bivalente anche nel basket. Se sul rettangolo verde lo vediamo provvidenziale in difesa ma spesso decisivo in attacco, grazie ai suoi gol di testa su calcio piazzato, anche nel basket mostra delle doti offensive niente male. Eccolo alle prese con una poderosa schiacciata!

Finale Champions League: Juventus-Real Madrid, palla ai bianconeri – Come potrà rispondere la Juventus? Ovviamente con Gonzalo Higuain! Il bomber bianconero, ex Real Madrid, sarà il sorvegliato speciale della difesa spagnola e subirà diversi falli. Niente paura però: l’abilità ai liberi del ‘Pipita‘ non è niente male! E se dovesse arrivare un tiro sulla sirena… ecco come andrebbe a finire

Certo alla Juventus mancherà il talento di Paul Pogba. Il centrocampista francese, passato in estate allo United, sarebbe stato il vero top player della serata. Tiro da 3 (marcato), penetrazione, fisico e ottime doti da stoppatore sono solo alcune delle giocate fatte vedere in un 1 vs 1 con Romelu Lukaku. Senza contare che il francese è un grande amico del centro dei Rockets, Clint Capela, dal quale avrà rubato qualche segreto.

I bianconeri però potranno contare sul trash talking, l’arte di innervosire l’avversario a parole. Ne sono stati maestri i pià grandi: da Michael Jordan a Larry Bird, passando per Garnett e Kobe Bryant. Non solo insulti o provocazioni, ma anche vere e proprio dimostrazioni di forza. Per la Juventus il miglior interprete di questa particolare ‘skill’ è… Massimiliano Allegri! Nel video sottostante lo vediamo impegnato in una gara di tiri liberi contro Pogba dell’anno scorso: le provocazioni verbali si sprecano! E attenzione a quel giovane Dybala, estromesso come un bimbo dalla sfida all’epoca ma che ha imparato dai più grandi ed è pronto a mettere in pratica i loro ‘sporchi’ insegnamenti!

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery