Muntari finisce… all’ONU: clamorosa presa di posizione contro la FIFA

LaPresse/Alessandro Tocco

I cori razzisti di cui è stato vittima Sulley Muntari sono diventati oggetto di discussione anche dell’ONU che ha difeso il ghanese attaccando la FIFA

LaPresse/Fabio Urbini

LaPresse/Fabio Urbini

Muntari, interviene l’ONU – Cori razzisti, la richiesta di sospendere la gara e in cambio un… cartellino giallo. Un pomeriggio, quello del Sant’Elia, davvero da dimenticare quello di Sulley Muntari. Il caso che ha riguardato il centrocampista del Pescara è però arrivato addirittura all’ONU. “Nelle mie missioni in diverse parti del mondo vedo i difensori dei diritti umani come una fonte d’ispirazione per tutti noi qui all’ufficio dei Diritti Umani all’ONU e possono aiutare a prevenire la perdita di fondamentali diritti umani. A tal proposito voglio evidenziare il caso di Sulley Muntari del Pescara che è uscito dal campo per protesta quando l’arbitro lo ha ammonito per aver protestato essendo stato vittima di insulti razziali. Bisogna fare di più quando ci sono casi di razzismo su campi nazionali o internazionali“, le parole di Zeid Ra’ad al-Hussein, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Diritti Umani. Un vero e proprio schiaffo alla FIFA, chiamata a ‘fare di più’.

FotoGallery