Lancio del martello, Marco Lingua non si ferma più: nuovo primato stagionale a Torino

In occasione della seconda giornata dei Campionati di Società Assoluti, Marco Lingua ha lanciato il proprio martello a 77,23 metri

Continua il bel momento di Marco Lingua. Ieri, a Torino, l’azzurro ha migliorato il suo primato stagionale nel lancio del martello con 77,23, in occasione della seconda giornata nella fase inaugurale dei Campionati di Società Assoluti 2017. Una misura che vale il quinto posto nelle liste mondiali dell’anno. Per la quarta volta in altrettante gare disputate nell’ultimo mese, il 38enne piemontese ha quindi superato i 76 metri dello standard di iscrizione ai prossimi Mondiali di Londra (4-13 agosto): 76,84 a Milano (8 aprile), 76,82 a Chiari (25 aprile) e 76,59 di nuovo a Milano (30 aprile). Ma complessivamente il portacolori della società che porta il suo nome, l’asd Marco Lingua 4ever, ha messo a segno undici lanci oltre questa soglia, considerando anche i tre di oggi. Infatti in apertura di competizione, sulla pedana dello stadio Nebiolo, ha spedito l’attrezzo a 71,61 seguito da un nullo e da 74,04. Poi al quarto turno il primo “over-76” di giornata con 76,43 per raggiungere il picco di 77,23 alla quinta prova e chiudere a 76,57 (serie completa: 71,61-N-74,04-76,43-77,23-76,57) in un pomeriggio di sole, dopo il maltempo di ieri.

Nelle stagioni recenti ha fatto meglio soltanto due anni fa con 78,29 a Loughborough (Gran Bretagna), il 18 luglio 2015, e se si esclude quella gara occorre risalire fino al 2009 per trovare prestazioni migliori del campione italiano della specialità, che ha un record personale di 79,97 stabilito nel 2008. Lingua nel 2016 è stato finalista agli Europei di Amsterdam, chiusi in undicesima posizione, e ha partecipato ai Giochi Olimpici di Rio.

“Sono contentissimo – le parole di Lingua – ho capito subito che il martello girava e andava via veloce. Undici volte il minimo è un traguardo, tra meno di un mese avrò 39 anni ma l’età non è un problema. Penso che il martello sia una disciplina in cui l’esperienza è importante. Questo mese dall’8 aprile ho gareggiato quasi tutti i fine settimana, ma paradossalmente recupero in modo più facile adesso che non quando ero più giovane. Stamattina ero in servizio, poi sono uscito dalla caserma ed eccomi qui a lanciare sopra i 77 metri! Tornerò in gara domenica prossima, al meeting di Castiglione della Pescaia. Sto ritrovando le stesse sensazioni del 2008, quando ho avvicinato gli 80 metri, non le provavo da allora. Spero che questo sia l’anno giusto”.

FotoGallery