Giro d’Italia – Diciannovesima Tappa, San Candido-Piancavallo: i pronostici di SportFair [GALLERY]

  • LaPresse

    LaPresse

  • LaPresse/ Fabio Ferrari

    LaPresse/ Fabio Ferrari

  • Gian Mattia D'Alberto /LaPresse

    Gian Mattia D'Alberto /LaPresse

  • Gian Mattia D'Alberto /LaPresse

    Gian Mattia D'Alberto /LaPresse

  • Ph: Roberto Bettini

    Ph: Roberto Bettini

  • LaPresse/ Spada

    LaPresse/ Spada

  • Gian Mattia D'Alberto /LaPresse

    Gian Mattia D'Alberto /LaPresse

  • LaPresse/ Fabio Ferrari

    LaPresse/ Fabio Ferrari

  • LaPresse/ Fabio Ferrari

    LaPresse/ Fabio Ferrari

  • Gian Mattia D'Alberto /LaPresse

    Gian Mattia D'Alberto /LaPresse

  • Gian Mattia D'Alberto /LaPresse

    Gian Mattia D'Alberto /LaPresse

  • LaPresse/Fabio Ferrari

    LaPresse/Fabio Ferrari

  • Ph: ANSA/CLAUDIO PERI

    Ph: ANSA/CLAUDIO PERI

  • Foto LaPresse - Belen Sivori

    Foto LaPresse - Belen Sivori

  • LaPresse/ Fabio Ferrari

    LaPresse/ Fabio Ferrari

  • LaPresse/ Fabio Ferrari

    LaPresse/ Fabio Ferrari

/

La diciannovesima tappa del Giro d’Italia è adatta agli scalatori. Ecco chi potrebbe vincere la frazione della corsa in rosa

La diciannovesima tappa del Giro d’Italia parte da San Candido e termina a Piancavallo. Una frazione di alta montagna con ampi tratti pianeggianti nella parte finale prima dell’ultima salita. Si superano il GpM di Monte Croce Comelico e Cima Sappada su strade ampie prima della discesa di Tolmezzo. I corridori si appresteranno poi a risalire verso Sella Chianzutan (11.8 chilometri di lunghezza con pendenze medie del 6.1% e punte massime del 11%). Importante sarà la salita a Piancavallo: saranno 15.4 chilometri di pura adrenalina con pendenze medie del 7.3% e punte massime del 14%. I primi 10 chilometri della salita saranno ripidi: pendenze del 9% per poi scendere all’8% verso gli ultimi chilometri. L’ultimi metri saranno con pendenze più morbide e l’arrivo a Piacavallo determinerà la nuova classifica del Giro d’Italia.

I favoriti

Mikel Landa ha dimostrato di aver recuperato dall’infortunio sul Blockhaus e ieri ha realizzato una grande tappa. Tom Dumoulin ha il compito di restare col gruppo dei migliori. Vincenzo Nibali potrebbe attaccare di nuovo e recuperare secondi alla maglia rosa. Il ciclista della Bahrain Merida vuole assottigliare il distacco da Dumoulin. Nairo Quintana ha tenuto botta ieri anche se la strategia usata non ha funzionato.

Outsider

Adam Yates, Alberto Rui Costa, Ilnur Zakarin, Domenico Pozzovivo. 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...


FotoGallery