Galliani intercettazioni shock, clamoroso schiaffo alla Juventus e ad Agnelli: “ecco cosa dico del signorino”

adriano galliani LaPresse

Clamorose intercettazioni di Adriano Galliani: l’ex AD del Milan al veleno contro la Juventus e il presidente Agnelli

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Galliani-Juventus, intercettazioni shock – “Associazione a delinquere in grado di interporsi fin dal 2009 tra le squadre di calcio, cui spettano gli ingenti benefici della commercializzazione in Italia e all’estero dei diritti audiovisivi e il mercato, per appropriarsi illecitamente e clandestinamente di una fetta consistente di questi”, è questa la clamorosa accusa ai danni di Adriano Galliani nell’inchiesta che riguarda la compravendita dei diritti tv. L’ex AD del Milan, intercettato durante alcuni colloqui con l’ad di Infront M. B., ha lanciato uno schiaffo clamoroso alla Juventus e ad Agnelli. Ecco le intercettazioni shock:

Galliani:Adesso la deve smettere questo signorino (riferimento ad Andrea Agnelli ndr)”;

Galliani:L‘arroganza è cosa della Juventus che ad essa non sa sfuggire. Commento che io ho fatto, voglio dire, loro bisognano darli. Perché il signor Agnelli prende 100 milioni dalla Lega Calcio“;

M. B.: “In Lega qualcuno dovrà dire qualcosa, qualche società, troviamo spazio da qualche parte, perché veramente oltre a essere un imbecille per altro… cioè, non è che è un genio… non lo so, poi va in Germania a sputtanare la Lega… io adesso gli scrivo, basta, non può avere…tutti che sputano sul calcio italiano, come si fa a vendere? (…) È impazzito, credo proprio sia fuori di testa“;

Galliani: “Sì, sì. Continua a sputare merda sul calcio italiano e vive di quello. È pazzesco, è pazzesco. (…) Comunque adesso bisogna dargli addosso a questo signore perché non va bene”;

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery