Palermo, i deliri di Baccaglini: “tra un po’ faccio il Papa e vado sulla luna”

Baccaglini, presidente Palermo (ph FB Chiamarsi Bomber)

Il presidente del Palermo Baccaglini ha parlato dei suoi obiettivi e del percorso che l’ha portato ad essere il nuovo presidente dei rosanero

LaPresse/Fabio Ferrari

LaPresse/Fabio Ferrari

Paul Baccaglini ha parlato degli obiettivi del Palermo e del percorso che ha svolto prima di sostituire Zamparini alla presidenza del club rosanero. L’ex Iena intervistata alla trasmissione “Che tempo che fa” ha dichiarato: “la presidenza del Palermo era un’opzione che, fino a poco tempo fa, non era una mia priorità. Zamparini ha visto in me la potenzialità e la faccia per diventare la faccia di questa operazione: mi piace pensare che, dopo tanti talenti calcistici, può scoprire anche me.Voglio slegare i risultati da una squadra di calcio. Penso allo spettacolo dello Yankee Stadium. Eventualmente il piano B è quello di ripartire dalla Serie B“.

Baccaglini ha anche parlato della dolorosa sconfitta contro il Cagliari: “era importante fare il risultato, ma il calcio è questo. La palla è rotonda, evviva lo sport”. Il presidente rosanero successivamente ha dichiarato di avere numerosi tatuaggi: “ne ho più di quaranta e meno di ottanta. Sia io che Palermo abbiamo un’etichetta, mi piace pensare che possiamo toglierla insieme”. Infine si è anche parlato della precedente esperienza alle Iene: “per quattro stagioni ho fatto la iena, magari tra un po’ faccio il Papa. Poi la Casa Bianca e infine, magari, vado sulla luna”.



FotoGallery