Nuoto, Paltrinieri tra vasca e fondo: “è tutto divertente, i rivali mi intimidiscono e io li provoco”

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Gregorio Paltrinieri tra ambizioni e divertimento: il nuotatore italiano pronto ad esordire nel fondo

Dopo un lungo periodo di preparazione, Gregorio Paltrinieri torna in vasca, oggi a Milano, nei 400sl e domani nei 1500, a Milano, mentre il 26 marzo farà il suo debutto in Israele, a Eilat, da fondista.

gregorio paltrinieriE’ la prima gara importante, un anno fa mi portò bene quel 14’40”: andai più forte qui che a Riccione. Vediamo a che punto sono. Sì, sarà un’estate piena e voglio cominciare bene, veloce, forte come nel 2016“, ha raccontato Greg a La Gazzetta dello Sport.

Dopo la gara a Eilat, anche se la vincessi di 10”, non so se farò le selezioni per qualificarmi nel fondo, dopo Budapest andrò alle Universiadi e farò un’altra 10 km, ma il fondo lo prenderò più sul serio nel 2018, sarà più libero con soli gli Europei“, ha aggiunto Paltrinieri che sui suoi rivali fondisti ha ammesso: “mi stanno intimidendo…scherzosamente, ma anche a me piace provocarli. E’ tutto divertente: il fondo è più libero e creativo“.

Gian Mattia D'Alberto

Gian Mattia D’Alberto

Ho sempre cercato nuovi stimoli, dopo l’oro olimpico ne servono di ulteriori e questa nuova sfida è anche più divertente. Avere ambizioni anche nella 10 km è qualcosa di bello. Voglio davvero provarci“, ha aggiunto Paltrinieri che punta anche al record mondiale, ma senza troppe pressioni: “ma non voglio pensare adesso al tempo, sarà a Budapest che questo magari può succedere: mi sto allenando duramente ma non ci penso minimamente, voglio solo andare forte e sto facendo gli stessi allenamenti degli anni scorsi. Ai Mondiali comunque voglio solo continuare a mettere la mano davanti“, ha concluso.

 

 

 

 

 

 

FotoGallery