F1, Alex Zanardi non ha dubbi: “Ferrari? Vi dico cosa le manca per tornare a vincere”

Secondo Alex Zanardi, la Ferrari non è riuscita ancora ad amalgamare il talento delle persone che lavorano a Maranello

Nonostante i motori abbiano cambiato (in peggio) la sua vita, Alex Zanardi continua a nutrire un amore viscerale per le auto, autentica passione della sua vita. E poco importa se adesso Alex trionfa e fa divertire in handbike, ci sarà sempre tempo per vederlo sfrecciare in pista.

LaPresse/Stefano De Grandis

LaPresse/Stefano De Grandis

Questa sua passione per le quattro ruote non può che tradursi in un continuo interesse per la Formula 1 e la Ferrari che, in questa stagione, sarà chiamata al pronto riscatto dopo le deludenti prestazioni del 2016. “Scoprirò la Ferrari il giorno della presentazione”sottolinea Zanardi a margine della premiazione del concorso ‘Donna Sport‘ organizzato da Bracco a Milano. “Non ho dubbi che gli uomini a Maranello siano estremamente motivati e desiderosi di riscatto rispetto a una stagione che ha sicuramente deluso le grandi aspettative che sempre si generano attorno al team del Cavallino. Però il problema è che in F1 la bravura è spesso sinonimo di mediocrità. Riuscire a vincere significa avere ragione di avversari che sono eccezionali da ogni punto di vista. 

LaPresse/Photo4

LaPresse/Photo4

Le organizzazioni che in questo momento mettono in campo Mercedes e Red Bull, francamente sono rodate, organizzate al meglio e consolidate negli anni, mentre all’interno di Ferrari ci sono state diverse rivoluzioni che non fanno mancare il materiale umano indispensabile per primeggiare. Talento ce n’è in abbondanza, ma tempo per lavorare assieme e diventare complementari l’uno all’altro può darsi che la Ferrari non ne abbia avuto ancora a sufficienza“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery