Basket, Coppa Italia: finale da urlo a Rimini! Milano fa il bis, niente da fare per Sassari

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

/

Che spettacolo a Rimini: l’Olimpia Milano fa il bis, sua la Coppa Italia 2017

Una finale da urlo! Dopo la spettacolare sfida di ieri tra Milano e Reggio Emilia, anche la finalissima della  Postemobile Final Eight 2017 tra l’Olimpia e Sassari ha regalato grandi emozioni al pubblico di Rimini.

I sardi hanno dominato il primo quarto, senza però incutere troppo timore alla capolista della Serie A. Come accaduto ieri nella sfida contro la Grissin Bon, Cinciarini e compagni hanno presto reagito, accorciando le distanze nella seconda frazione di gioco e portandosi poi presto in vantaggio.

Nonostante la tenacia e la grinta della formazione di Sassari, Milano è riuscita a gestire il vantaggio e a fare quindi il bis e conquistare la seconda Coppa Italia consecutiva, la sesta della sua storia. Milano-Sassari termina col punteggio di 84-74.

LaPresse/Francesca Soli

LaPresse/Francesca Soli

Una partita molto dura, complimenti alla Dinamo. E’ stata una final eight incredibile, molto agguerrita, molto bella, abbiamo giocato tre gare una più dura dell’altra, ma questa sera abbiamo aumentato l’intensità, siamo 12 giocatori e a volte bisogna capire chi è in condizione di fare tanti punti e fare il lavoro sporco, oggi molti di noi hanno fatto il lavoro sporco e l’importante era portarsi a casa la vittoria. Ogni squadra che abbiamo affrontato ha dato il massimo, siamo stati bravi a stare concentrati tutti e 40 i minuti. Mi sto togliendo un po’ di soddisfazioni, si può vincere e si può perdere, ma non deve mai mancare l’atteggiamento, se hai l’atteggiamento forte i risultati prima o poi arrivano. Emotivamente non è mai giocare con i tifosi contro, ma purtroppo succede, devo abituarmi, ma non ho rancore, purtroppo i fischi ci stanno, non mi interessa, io cerco di stare lì con la testa e dare il meglio di me, adesso gioco per Milano e do il massimo per Milano“, queste le parole di Andrea Cinciarini, capitano dell’Olimpia Milano, ai microfoni di Rai Sport al termine della sfida.

 

FotoGallery