Laureus World Sports Awards 2017, Bebe Vio candidata per uno speciale riconoscimento

LaPresse/Stefano Costantino

Il prossimo 14 febbraio si terranno a Montecarlo i Laureus World Sports Awards, Bebe Vio concorrerà per la categoria Sportsperson of the Year with disability

Ennesimo prestigioso riconoscimento per Bebe Vio che, il prossimo 14 febbraio, parteciperà ai Laureus World Sports Awards 2017 a Montecarlo.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

La campionessa paralimpica, capace di vincere la medaglia d’oro ai giochi di Rio 2016, è tra i candidati a vincere la statuetta nella categoria “Sportsperson of the Year with disability“. Con tre nominations, invece, Cristiano Ronaldo risulta essere il personaggio più coinvolto in questo Gala, concorrendo sia a livello individuale che a livello di squadra con il Portogallo e il Real Madrid. La battaglia per il Laureus World Sportsman of the Year Award (Sportivo dell’anno) promette di essere la più combattuta di sempre dal momento che figurano in nomination anche Usain Bolt, già tre volte vincitore di un Laureus Award, Mo Farah, campione olimpico dei 5.000 e 10.000 m, e Andy Murray, oro nel tennis.

LaPresse/Stefano De Grandis

LaPresse/Stefano De Grandis

Assieme a Ronaldo, sono tra i candidati anche Stephen Curry e LeBron James, stelle del basket NBA. Tra le donne, per il Laureus World Sportswoman of the Year Award (Sportiva dell’anno), compaiono fenomenali campionesse come le americane Simone Biles, Katie Ledecky e Allyson Felix, la tedesca Angelique Kerber, numero 1 del tennis mondiale, la velocista giamaicana Elaine Thompson e la ciclista britannica Laura Kenny. Nella categoria Laureus World Team of the Year Award (Squadra dell’anno) non poteva mancare la nomination per la Mercedes AMG Petronas, per il Portogallo, campione d’Europa, il Real Madrid, vincitore della Champions League e la Nazionale olimpica del Brasile.

LaPresse/ i-images

LaPresse/ i-images

Nico Rosberg invece concorre per vincere il Laureus World Breakthrough of the Year Award (Rivelazione dell’anno) sfidando Almaz Ayana e Wayde van Niekerk, che hanno stabilito nuovi record mondiali alle Olimpiadi, e le tre squadre che hanno raggiunto obiettivi memorabili nel 2016: il Leicester City di Claudio Ranieri, che ha trionfato in Premier League, l’Islanda, che ha raggiunto i quarti di finale agli Europei dopo aver sconfitto l’Inghilterra, e la nazionale delle Fiji, oro alle Olimpiadi nel rugby a 7.

FotoGallery