Venerdi 9 Dicembre

Sparco e il karting nel segno dell’innovazione motoristica

Sparco (2)Un rinnovamento dalla testa ai piedi. Così Sparco si presenta al 2017 nel mondo del kart. Una linea totalmente rifatta dai caschi fino alle scarpe, passando dalle tute e guanti. Tessuti sempre più performanti, specifiche tecniche nel segno della sicurezza e un design moderno che strizza l’occhio alla moda. Due nuovi modelli di caschi: Air Kf7w e Sky Kf5w. Il primo, realizzato con calotta in carbonio rinforzata con strati in carbon/kevlar deriva direttamente dall’esperienza maturata in pista. Sviluppato in collaborazione con il pilota francese Pierre Ragues, protagonista nel WEC e 10 volte a Le Mans, è stata posta particolare attenzione al sistema di ventilazione come spiega anche Paolo Donadei, project manager caschi Sparco: “abbiamo trasportato l’esperienza dei caschi racing anche su questo modello, migliorando notevolmente la vestibilità e soprattutto la ventilazione anche a basse velocità, con l’aria che arriva anche verso la visiera evitando l’appannamento della stessa. Inoltre abbiamo aumentato sensibilmente la dimensione della mentoniera che protegge sia dall’aria sia da eventuali impatti”.

Sparco (3)Novità molto importanti anche per quanto riguarda le tute con la nuova Prime Ks10 che diventa il modello di punta per il brand di Volpiano. Angelo Bardascino, project manager delle tute Sparco, spiega così le innovazioni: “la tuta Prime Ks10 è la prosecuzione del progetto Infinity. In sostanza, essendo totalmente stampabile e non dovendo applicare personalizzazioni con ricami e tecniche costruttive, ha il vantaggio di essere ancora più leggera. La doppia omologazione CIK-FIA e CE è un ulteriore motivo di vanto”. Prodotta in Poliestere/Poliammide la Prime Ks10, grazie agli inserti traforati su schiena, sottomanica, interno gamba ed esterno polpaccio, è stata resa il più traspirante possibile, mentre gli inserti in cordura sulla schiena incrementano la protezione all’usura. Grandi novità anche per la xlight s7 come conferma Bardascino: “anche in questo caso ci troviamo di fronte ad una tuta completamente nuova sia per quel che riguarda i materiali che per quanto riguarda il design, anche se in questo caso abbiamo voluto mantenere un disegno simile a quello della Lunargrid che ha riscosso molto successo. Abbiamo coniugato l’utilizzo di materiali nuovi tra cui il poliammide per la parte principale del corpo e un materiale elastico che è molto presente rispetto alle altre tute. Questo consente di avere un maggior comfort e una maggiore possibilità di movimento”. La gamma di tute Sparco si completa con la Robur ks5, Groove ks3 e Track KS-1 oltre alla rinnovata linea underwear Seamless.

Ma è nel piede di un pilota che spesso si trova tutta la sua abilità di guida e Sparco ha pensato al meglio per la sensibilità e per la resistenza del nuovo stivaletto Superleggera KB-10, una vera e propria novità in termini di innovazione e materiali. Ilaria Franzin, project manager Sparco ha ascoltato a lungo le richieste dei kartisti per arrivare alla soluzione ideale: “abbiamo utilizzato la stessa suola della scarpa racing, dovendo arrivare ad un certo livello di affidabilità, ma per aumentare la resistenza all’abrasione, particolarmente accentuata nel kart, abbiamo pensato ad una sovra iniezione in TPU direttamente sul tessuto, per evitare le cuciture. Questo prodotto è totalmente made in Italy ed è provvisto di un para malleolo in materiale 3D resistente all’abrasione oltre a un inserto elasticizzato posteriore a miglioramento della calzata e del fitting.”

Superleggera KB-10 è il fiore all’occhiello della gamma scarpe karting che si rinnova anche grazie all’inserimento di Omega KB-6 e Gamma KB-4, due nuovi modelli che vanno incontro alle esigenze dei kartisti più esperti, ma anche a quelli che si approcciano alla specialità. Ma se la sensibilità del piede sui pedali è importante, è fondamentale avere ben saldo tra le mani il volante. La gamma dei guanti Sparco si completa con l’inserimento di due nuovi modelli: Motion kg5, un guanto che grazie alla spalmatura siliconata sul palmo consente una maggiore traspirabilità e un ottimo grip sul volante e Track kg3 il giusto compromesso tra prestazioni e qualità. Ma il “motto” Sparco, “Safety First” trova la sua massima espressione nel nuovo corpetto Rib Prok5, realizzato con 5 strati di fibra di vetro laminata a mano. L’imbottitura in EPDM espanso consente di assorbire maggiormente gli urti e la bordatura in gomma evita le frizioni con la tuta, preservandone l’integrità.