Nuoto – Federica Pellegrini, la delusione di Rio e Tokyo2020: “volevo mollare tutto”

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Federica Pellegrini e quel desiderio di mollare tutto dopo Rio 2016: ecco cosa le ha fatto cambiare idea

Tempo di vacanze per Federica Pellegrini. La Divina dopo aver chiuso il 2016 in bellezza con un’importantissima medaglia d’oro nei 200sl ai Mondiali di nuoto in vasca corta di Windsor, adesso può dedicare un po’ di tempo a se stessa, alla sua famiglia e ai suoi amici.

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

“Mafaldina” però, anche in vacanza, ha un unico pensiero in testa, il nuoto e non dimentica di certo la delusione delle Olimpiadi di Rio 2016: “volevo mollare tutto. Ho passato metà notte a cercare il modo per scappare e l’altra metà a parlare con i miei genitori. Mi hanno fatta rinsavire dicendomi che ero la portabandiera e sarebbe stato idiota sparire“, ha raccontato Federica in un’intervista a La Stampa. “Affronto un anno alla volta e se arrivo fino al 2020 vediamo, ma non sono stata ingenua da pensare sia automatico. Vista da qui, in realtà, un’altra Olimpiade mi pare un miracolo. Chissà a volte i miracoli succedono“, ha concluso.

 

FotoGallery