Martedi 6 Dicembre

MotoGp, Petrucci sincero: “mi ha dato fastidio essere messo in discussione”

LaPresse/Alessandro La Rocca

Danilo Petrucci tra obiettivi e punti deboli: il pilota Pramac racconta cosa farà per tornare in pista forte e competitivo

La stagione 2016 di MotoGp è terminata ma i piloti delle due ruote non riescono a stare lontano dai motori. Tutti in pista quindi durante la pausa invernale. Gli italiani però si divertono anche e soprattutto sulle quattro ruote. VAlentino Rossi infatti sarà protagonista da oggi a domenica del Monza Rally Show, Dovizioso invece parteciperà al sessantesimo Lamborghini Huracán Super Trofeo, mentre Danilo Petrucci si diverte sui kart insieme ai colleghi Pirro, Bastianini e Kiara Fontanesi.

LaPresse/Alessandro La Rocca

LaPresse/Alessandro La Rocca

Il pilota Pramac però non si lascia deconcentrare molto dal suo pensiero primario, la MotoGp: “sto preparando la mezza maratona che correrò il 18 a Bastia Umbra. Tanti in questo momento sono fermi, io lo farò solo quando andrò all’ingrasso tra Natale e Capodanno, per il resto l’allenamento non si ferma. A gennaio, poi andrò con il mio migliore amico, Tommaso Montanari, endurista, ad allenarmi in Sardegna“, ha infatti raccontato a La Gazzetta dello Sport.

LaPresse/Alessandro La Rocca

LaPresse/Alessandro La Rocca

So che il mio punto debole in questo momento è a livello di gestione della pressione. Per cui tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio andrò per un mesetto a Viareggio presso la Formula Medicine del dottor Riccardo Ceccarelli. Ci sono stato quest’anno e mi è piaciuto: loro lavorano da tanto coi piloti di auto, i motociclisti sono qualcosa di nuovo, proviamo a prendere tutti in contropiede. Il 2017 ho una bella occasione avendo la Ducati ufficiale. E con la stessa moto di un campione del mondo devo fare il salto di qualità. Tecnicamente posso crescere, ma è soprattutto a livello di status psicologico, di concentrazione, di gestione della pressione che devo e voglio far meglio. La competizione con Redding per la moto ufficiale non è stata facile, mi ha anche dato un po’ fastidio essere messo in discussone. Ma se voglio lottare con i migliori, mi devo abituare“, ha concluso Petrucci.