Lunedi 5 Dicembre

Volley Serie A Femminile: Pomì Casalmaggiore torna in vetta alla classifica

Rubin X LVF

La Pomì Casalmaggiore si riprende la vetta della classifica grazie al 3-1 sull’Imoco Volley Conegliano

Foto Fiorenzo Galbiati

Foto Fiorenzo Galbiati

Parte subito con un ace targato Carli Lloyd il primo set davanti a 3507 spettatori, ma non è tutto oro quello che luccica ed il proseguo della partita è, come ci si aspettava, un punto a punto costante con continui capovolgimenti di fronte. Nella Pomì Fabris e Gibbemeyer sugli scudi, per la squadra di Mazzanti i punti vengono divisi su tutta la squadra, con, ovviamente, leggero vantaggio di Ortolani e Bricio. Ma la Pomì allunga sul 20-16 e mantiene la guida del set fino a quando Stevanovic con una fast mette a terra il 24-20 e Fabris, subito dopo, chiude con un ace.

Sostanziale equilibrio anche nel secondo set. La Pomì, praticamente sempre avanti di uno/due punti, viene ripresa sul 12-11 da un bel muro di Folie e fa 12-12, ma Samanta Fabris rimette subito la freccia per il sorpasso. Stevanovic mette a terra il 16-13 e Mazzanti è costretto a chiamare un time out, ma il muro a due Lloyd-Stevanovic allunga a 17-13. Si lotta costantemente punto a punto ed il muro rosa sembra essere l’arma in più. La tenacia rosa porta la Pomì sul 24-22; il muro di Stevanovic dà l’illusione del set-point ma niente da fare, si va al 24-23. Un’invasione Imoco regala la vittoria del set alle rosa.

foto Rubin / LVF

foto Rubin / LVF

L’inizio del terzo set si tinge dei colori dell’Imoco che va subito sul 4-0, ultimo un ace di Samantha Bricio. Ma Bosetti non sta a guardare e segna un ace che accorcia le distanze. Conegliano continua a restare davanti, ma le ragazze di coach Caprara non mollano e mantengono corta la distanza, siamo sul 7-4 Imoco. Le battute di Bricio però fanno male e il mister di Casalmaggiore è costretto a chiamare un time out sul 16-9 Imoco. Le “pantere gialle” schiacciano sull’acceleratore ma un muro di Bosetti tiene le rosa sul 21-16. Il muro Imoco però non sta a guardare e fa 24-16. Terzo set a Conegliano 25-17.

foto FIVB

foto FIVB

Il quarto set si tinge subito di rosa ma è l’equilibrio a regnare sovrano. Un bel muro di Fabris porta la Pomì sul 8-7 e un altro di Gibbemeyer fa 9-8 (Gibbemeyer che terminerà la gara con ben 8 muri). Conegliano però piano piano si rimette davanti ed è 14-9 Imoco. La Pomì si rifà sotto, un fendente di Tirozzi prima e due ace di Fabris poi e siamo 16-14 Imoco. Le più grandi qualità della Pomì, lo si sa, sono il cuore e la voglia di vincere, e Bosetti porta avanti le rosa 19-18 (Mazzanti chiede il video check sul tocco/non tocco ma è sfortunata per lui la decisione). E’ un punto a punto continuo, capovolgimenti di fronte, errori in battuta per la pressione del momento: è un big match sotto ogni punto di vista. Le rosa non mollano mai e siamo, con un punto di Samanta Fabris, 23-21. Bricio in battuta è sempre ostica e Conegliano si rifà avanti: 25-24. Errore di Fiori in battuta e un muro di Jovana Stevanovic riportano Casalmaggiore davanti: 26-25. Il quarto set sembra non finire mai: De Kruijf riporta le squadre in parità 28-28. Il cuore rosa è grande ed il quarto set finisce 30-28.

LaPresse/Xinhua

LaPresse/Xinhua

Anastasia Guerra, schiacciatrice Pomì Casalmaggiore: “era una partita di altissimo livello, lo sapevamo già sia per i nomi che per le qualità che sono state dimostrate in campo. Abbiamo lavorato bene durante la settimana, abbiamo seguito quello che coach Caprara ci ha detto. Siamo state brave a rimanere costanti, anche se abbiamo avuto quel piccolo calo nel terzo set, ma la voglia di vincere è stata più forte“.

Davide Mazzanti, coach dell’Imoco Conegliano: “è stata una partita bellissima, perché i primi due set la Pomì ha fatto valere la loro organizzazione muro/difesa ed è stato davvero difficile metterla a terra, poi un po’ noi abbiamo cambiato assetto, un po’ loro sono calate e così siamo riusciti a saltare fuori. Nel quarto Fabris ha girato il set con quel giro di battute e da lì siamo state un pochino meno aggressive, così la Pomì è uscita da quella situazione. Una splendida partita punto a punto che ci servirà per lavorare in questa direzione perché credo sia stata la nostra più bella prestazione finora”.