Lunedi 5 Dicembre

Via le manette, il Bayern ha il suo nuovo (vecchio) presidente: revival Hoeness

LaPresse/Actionpress

Il Bayern Monaco ritrova Hoeness: dopo due anni di prigione, il tedesco è stato rieletto Presidente del club

LaPresse/Jonathan Moscrop

LaPresse/Jonathan Moscrop

Bayern Monaco Hoeness – Dopo quasi due anni in cella, la poltrona che è stata sua per cinque anni. Uli Hoeness torna presidente del Bayern Monaco, l’ex attaccante tedesco è stato rieletto dai soci del club con una valanga di voti a favore e appena 108 contrari su circa 6000. Era candidato unico, ma dopo l’evasione fiscale di oltre 28 milioni di euro che gli costo’ la condanna a 3 anni e 6 mesi (ne ha scontato 21 mesi), il suo ritorno con tanti voti a favore non era cosi’ certo. Hoeness affianchera’ Karl-Heinz Rummenigge, amministratore delegato del club campione di Germania che non sta attraversando un grande momento.

LaPresse/REUTERS

LaPresse/REUTERS

Bayern Monaco Hoeness – Proprio l’ad bavarese nelle ultime ore ha comunque più volte ribadito la propria fiducia nei confronti di Carlo Ancelotti, il tecnico chiamato a sostituire Pep Guardiola. Tornando a Hoeness, prima della votazione il neo-presidente ha parlato dei suoi guai giudiziari: “ho commesso un reato grave, questo e’ indiscutibile e rispetto chi non voterà per me, ma ho fatto di tutto per pagare le mie colpe, ho pagato il mio debito con la giustizia e mi sono messo in regola con il fisco fino all’ultimo centesimo”. (ITALPRESS).