Sabato 3 Dicembre

Tennis – Cachè monstre per le esibizioni: Djokovic e Nadal milionari, Sharapova la più pagata: ecco le cifre

LaPresse/Reuters

Esibizioni poco costose? Neanche per sogno! Ecco le cifre che chiedono Djokovic, Sharapova e tutti gli altri per un match in un evento

LaPresse/Xinuha

LaPresse/Xinuha

In una recente intervista ad ‘Alley Oop’, Ernesto de Filippis, titolare di MCA Events ha svelato alcuni retroscena legati ai cachè che i più grandi tennisti pretendono per un’esibizione. Ernesto de Filippis ha organizzato infatti diversi eventi legati al mondo del tennis, fra i quali ‘La Grande Sfifa’ che nello scorso weekend si è svolta a Bari con stelle del passato dle calibro di John McEnroe, Henri Leconte e Thomas Muster. Perchè non invitare le star del presente? Semplice per gli ingaggi improponibili. “In campo maschile, gli ingaggi per l’Europa sono davvero improponibili: per le esibizioni superano il milione di dollari per coinvolgere campioni del calibro di Novak Djokovic e Rafael Nadal”, ha rivelato De Filippis.

LaPresse/PA

LaPresse/PA

Per fare un esempio, Nadal e Djokovic hanno guadagnato 1 milione e 28 mila dollari per giocare un’esibizione di 70 minuti a Bangkok nel 2015. Le donne in genere richiedono cifre inferiori: “Le sorelle Williams, per esempio, le abbiamo avute a Milano (2011) per 150.000 dollari ciascuna, Maria Sharapova (presente invece nel 2012) ha avuto un ingaggio di 300.000“, racconta de Filippis.

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Le tenniste italiane invece non danno molto peso al denaro: “con loro non ho mai avuto problemi di trattative – ha dichiarato De Filippis – Le azzurre quando si esibiscono in Italia lo fanno per passione e non per un discorso economico. Tutte loro hanno preso un rimborso spese che varia dai 25 ai 30mila euro”.

LaPresse/Actionpress

LaPresse/Actionpress

E non pensate che gli ex tennisti non richiedano un lauto compenso: John McEnroe, ancora oggi, ha un ingaggio di 150mila dollari a cui bisogna aggiungere un jet privato da Londra che ci costa 20mila dollari – ha raccontato de Filippis – Per gli altri tre 35mila dollari e due biglietti aerei di prima classe ciascuno. Per tutti, ovviamente, hospitality e trasportation in loco, anche per gli accompagnatori”.