Giovedi 8 Dicembre

Suso, frecciata a Mihajlovic: “Montella? Lui è intelligente. Milan? Io come Kakà”

LaPresse/Spada

Suso racconta la sua nuova vita al Milan ed esalta Montella: lo spagnolo sogna un gol nel derby e di emulare Kakà

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Milan, la riscossa di Suso – Da panchinare a titolare, inamovibile. Uno dei volti che meglio fotografano la stagione del Milan di Montella è quello dello spagnolo Suso. Con Mihajlovic quasi mai in campo, con l’ex allenatore della Sampdoria punto fermo: “cosa mi è successo? La cosa più semplice che possa accadere a un calciatore: ho iniziato a giocare con continuità, grazie a Montella. Lui non ha mai avuto dubbi su di me. Io e Niang tolti dal mercato? Solitamente gli allenatori sono più intelligenti di chiunque altro: capiscono, sanno cosa vogliono e dove cercarlo. Lui è sempre molto attento e concentrato sia negli allenamenti che in partita, ha sempre un occhio di riguardo per chi gioca meno”, spiega lo spagnolo al Corriere dello Sport.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Milan, la riscossa di Suso – Suso parla poi del derby ormai alle porte: “il confronto con l’Inter? Lo vivrò molto intensamente. Dovrei essere titolare, sabato è il mio compleanno e domenica la mia famiglia e i miei amici saranno qui per festeggiare. Come regalo vorrei la vittoria, con un mio gol decisivo ancora meglio. Qui vorrei essere ricordato come Kakà. Posso crescere con Montella: sa dare equilibrio alla squadra, è abile e preparato”. Altro che la panchina con Mihajlovic…