Domenica 4 Dicembre

Sci alpino – Dopo Lake Louise e Beaver Creek, a rischio anche la tappa di Killington

Le condizioni meteo non inducono all’ottimismo, una bufera di neve mette a rischio la tappa di Killington della Coppa del Mondo di sci alpino

L’incognita meteo continua a perseguitare la Coppa del mondo nella trasferta nordamericana, già privata dei due appuntamenti maschili di Lake Louise e Beaver Creek di questa e della prossima settimana. Le protagoniste del circuito femminile sono approdate nel Vermont, comprese le azzurre che in gironata effettueranno la prima sgambata in attesa della sciata in pista di venerdì, ma le condizioni del tempo non inducono certamente all’ottimismo. Il sole dei giorni scorsi ha fatto spazio ad una bufera di vento e neve che in queste ore sta creando parecchie difficoltà alla località, e le previsioni parlano di bruttissimo tempo sia sabato 26 novembre (giorno del gigante) che domenica 27 novembre (quando toccherà allo slalom). Per l’Italia saranno al via nella prima occasione Federica Brignone, Marta Bassino, Sofia Goggia, Manuela Moelgg, Francesca Marsaglia, Irene ed Elena Curtoni, Nadia Fanchini e Laura Pirovano, fra i pali stretti gareggeranno Irene Curtoni, Manuela Moelgg, Chiara Costazza, Federica Brignone e Marta Bassino.

Le condizioni delle ragazze sono buone – fa sapere il direttore sportivo Massimo Rinaldi, il primo a giungere a Killington – la pista è tipicamente americana e presenta un canalone di pendenza uniforme ricavato nel pieno di un bosco con tre cambi di terreno non ripidissimi. Rispetto ad Aspen dove avevamo corso l’anno passato è diversa perchè sembra una neve tipicamente europea, più umida e non secca come di solito troviamo qui. Ma la vera preoccupazione riguarda il meteo, speriamo di correre in condizioni accettabili”.