Giovedi 8 Dicembre

Sci Alpino, Coppa del Mondo – Brucia la neve sulla Levi Black, Mikaela Shiffrin è la più veloce

LaPresse/EXPA

Mikaela Shiffrin, anche questa volta, è riuscita a vincere nel primo slalom di Coppa del Mondo a Levi Black

LaPresse/EXPA

LaPresse/EXPA

Passano le stagioni ma fra i pali stretti continuare a fare un altro sport. Primo slalom di Coppa del Mondo e sulla Levi Black non poteva che essere Mikaela Shiffrin a vincere. Un successo mai in dubbio sin dalla prima manche, in cui rifila 72 centesimi a Frida Hansdotter e Wendy Holdener, e coronato da una seconda parte di gara impeccabile come al solito, dove si limita a gestire il vantaggio. La 21enne statunitense va a un’altra velocità sulla pista finlandese, resa ancora più dura come fondo dalle rigide temperature, e centra la 21esima vittoria della carriera in Coppa, 20 delle quali fra i pali stretti (unica eccezione il gigante di Soelden nel 2014). La campionessa olimpica e mondiale di slalom e vincitrice di tre delle ultime quattro coppe di specialità torna così a vincere a Levi a distanza di tre anni e conferma l’ottimo avvio di stagione dopo il secondo posto nel gigante che ha aperto i giochi in Austria.

Mikaela ShiffrinAlle spalle della Shiffrin, che guida ora la classifica generale di Coppa del Mondo con 180 punti davanti alla Gut, si piazza la svizzera Holdener, staccata di 67 centesimi e all’ottavo podio in carriera, mentre si piazza terza la ceca Petra Vlhova, che non riusciva ad arrivare fra le prime tre dallo slalom di Flachau dello scorso gennaio. Male invece la Hansdotter, vincitrice della coppa di specialità nella passata stagione, che nella seconda manche parte male e alla fine non arriva nemmeno al traguardo. Trasferta non esaltante per le azzurre, solo due delle quali vanno a punti: la migliore è Manuela Moelgg, che mette in pista la giusta grinta e riesce a piazzarsi 13esima, risalendo due posizioni rispetto alla prima parte di gara.

Solo ventesima, invece, Irene Curtoni, che al contrario dell’azzurra di San Viglio di Marebbe scivola indietro di due posti. Fuori invece nella prima manche Chiara Costazza, quando era comunque in ritardo sulle migliori oltre a Michela Azzola e Martina Perruchon, al debutto. (ITALPRESS)