Domenica 11 Dicembre

Scherma: il Grand Prix Fie di fioretto maschile e femminile torna a Torino

LaPresse/Reuters

Il Grand Prix Fie di fioretto maschile e femminile torna a Torino per la terza volta consecutiva. In gara anche atleti medagliati alle Olimpiadi di Rio 2016

Il Grand Prix Fie di fioretto maschile e femminile torna a Torino per il terzo anno consecutivo: dopo sei edizioni di Coppa del Mondo, l’Accademia Scherma Marchesa è ancora una volta assegnataria dell’organizzazione della prima tappa del calendario del WORLD GRAND PRIX FIE che, dopo Torino, prevede solo Long Island e Shangai. Da tre anni a questa parte la città subalpina si trasforma nella capitale mondiale del fioretto maschile e femminile che si raduna sotto la Mole con tutti i suoi esponenti di punta offrendo l’occasione unica di assistere in contemporanea e dal vivo allo spettacolo di questa specialità. Come per gli altri anni, l’evento beneficia del patrocinio e del sostegno della Regione Piemonte e della Città di Torino, oltre che della collaborazione del Coni Regionale Piemonte e della Direzione Regionale del Miur. A livello di comunicazione la manifestazione gode della media partnership della testata sportiva TuttoSport, mentre le gare andranno in onda su Raisport 1 e saranno seguite da EurosportOlympic ChannelNBC Universal.

Due le sedi di gare: le eliminatorie di venerdì 2 dicembre torneranno anche quest’anno sulle pedane allestite alla Sisport Fiat nel Dome del tennis, mentre le finali femminili e le finali maschili si disputeranno all’interno del PalaRuffini.

Le gare prevedono solo la prova individuale: le eliminatorie maschili e femminili si disputeranno in contemporanea venerdì 2 dicembre alla Sisport Fiat; le finali femminili si svolgeranno sabato 3 dicembre al PalaRuffini, dove si disputeranno anche quelle maschili domenica 4 dicembre.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Le iscrizioni chiuderanno ufficialmente lunedì 28 novembre. Alla gara – che conferisce punteggio doppio rispetto alle classiche prove di Coppa del Mondo – prenderanno parte tutti i protagonisti del fioretto mondiale maschile e femminile, compresi quelli insigniti delle medaglie olimpiche di Rio 2016. In pedana, dunque, anche tutti gli esponenti del fioretto azzurro: l’oro olimpico Daniele Garozzo e l’argento Elisa Di Francisca per primi, seguiti da Arianna ErrigoMartina BatiniAndrea BaldiniGiorgio Avola, Andrea Cassarà.
Arianna Errigo, reduce dalle prime due tappe di Coppa del Mondo della stagione con l’oro a Cancun e il bronzo a St. Maur, ha conquistato il Grand Prix Fie torinese nel 2014.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Lo scorso anno è inaspettatamente uscita in semifinale per mano della russa Inna Deriglazova, poi seconda dietro alla vincitrice Alice Volpi. Per la ventottenne monzese – pluricampionessa mondiale e di Coppa del Mondo, che quest’anno alle Olimpiadi di Rio ha subito anche la delusione dell’uscita prematura negli ottavi  – sarà l’occasione per riscattarsi dal risultato dello scorso anno. Per la trentatreenne jesina Elisa Di Francisca, invece, fresca dell’argento olimpico a Rio 2016, Torino rappresenta il titolo mancante al suo palmares, dopo gli argenti consecutivi delle edizioni 2014 e 2013.

LaPresse/Marco Alpozzi

LaPresse/Marco Alpozzi

Lo scorso anno è uscita addirittura al secondo turno, insieme a Valentina Vezzali, che proprio dopo la prestazione torinese ha dato l’addio alle gare. Alla ventiquattrenne senese Alice Volpi, invece, spetterà difendere la corona di campionessa uscente: nelle prime due tappe di stagione ha colto il 9° posto sia a Saint Maur che a Cancun. Fra le nuove esponenti del fioretto azzurro ci sono anche Martina Batini, che a Cancun ha colto il bronzo, Carolina ErbaCamilla ManciniValentina Cipriani, da qualche anno già protagoniste delle pedane internazionali toccate dal circuito di Coppa del Mondo.

andrea cassaràNella prova di fioretto maschile, fra gli azzurri in gara saliranno in pedana l’oro olimpico 2016 Daniele GarozzoAndrea BaldiniAndrea Cassarà, Giorgio Avola (fuori dal podio a squadre per un soffio a Rio 2016 con il quarto posto), Alessio FoconiLorenzo Nista. Nella prima prova di Coppa del Mondo, invece, a Il Cairo, sul podio ci sono saliti in tre: nell’ordine, alle spalle del vincitore statunitense Race Imboden, Alessio FoconiAndrea Cassarà e Lorenzo Nista. Solo un quinto posto, invece, per l’olimpionico Garozzo e il nono per Avola. Nella seconda tappa di Tokyo, poi, Giorgio Avola si è riscattato con l’argento alle spalle di dello statunitense Chamley Watson. Sul podio, al terzo posto, anche Alessandro Paroli, sesto Garozzo e decimo Cassarà.