Martedi 6 Dicembre

Rugby, Favaro non sta nella pelle: “io capitano contro Tonga? Un sogno che si avvera”

In vista del match contro Tonga di domani, Simone Favaro svela la sua emozione sapendo di indossare la fascia di capitano

Sotto un cielo nuvoloso la Nazionale Italiana Rugby ha svolto oggi il proprio Captain’s Run della vigilia sul prato dello Stadio Euganeo di Padova che domani sarà il teatro della sfida tra Italia e Tonga, terzo ed ultimo Credit Agricole Cariparma Test Match che verrà trasmesso in diretta su DMAX dalle 14.15.

Contro Tonga ci aspetta una partita diversa rispetto a quella contro il Sudafrica – ha esordito Simone Favaro nella conferenza stampa che ha fatto seguito all’allenamento di rifinitura – abbiamo battuto gli Springboks perchè abbiamo lottato dall’inizio alla fine della partita. Se vogliamo portare a casa un risultato positivo domani dovremo lottare con la stessa intensità”.

LaPresse/Alfredo Falcone

LaPresse/Alfredo Falcone

Sui gradi di capitano acquisiti in seguito alla squalifica di Sergio Parisse: “è un sogno che si avvera. Sono orgoglioso di essere il capitano di un gruppo composto da giocatori giovani che sono maturati e che conoscono bene i valori del rugby. Cosa dirò prima della partita? Non sono molto bravo con le parole, ma prima della partita domani evidenzierò alcuni aspetti tra cui umiltà e spirito di sacrificio che in campo, contro Tonga, saranno fondamentali. Ho avuto ottimi esempi come capitano e difenderò la mia squadra. Sergio mi ha dato dei consigli che seguirò. Di certo non sono diventato capitano per la mia abilità oratoria…penso solo al campo e a dare il 100%. Per preparare una partita al meglio bisogna aspettarsi il peggio. Insieme a Conor O’Shea abbiamo deciso di prendere una strada ben precisa: diventare la migliore Italia di sempre. E’ un cammino lungo che passa attraverso diverse tappe. E’ solo l’inizio e dobbiamo dimostrare tanto. Noi stiamo preparando al meglio la partita. Voglio vincere la partita e aspettiamo il verdetto del campo. Di sicuro abbiamo tanta voglia di scendere in campo e rendere orgogliosi i nostri tifosi. Gioco a rugby e fin quando giocherò a rugby vorrò sempre scendere in campo dando il massimo. Per me è un onore vestire questa maglia – ha concluso Favaro – e lotterò sempre per la vittoria che, a mio modo di vedere, deve sempre scorrere nelle vene di un giocatore di rugby”.