Sabato 3 Dicembre

Rugby, De Carli spiega: “bisogna dividere la prestazione contro gli All Blacks in due parti”

LaPresse/Alfredo Falcone

De Carli, allenatore degli avanti della Nazionale italiana di rugby, analizza la sfida di sabato scorso contro gli All Blacks in vista della sfida contro gli Springboks 

Mancano cinque giorni al match contro il Sudafrica, secondo dei tre Credit Agricole Cariparma Test Match che vedrà l’Italia sfidare gli Springboks nella cornice dello Stadio Artemio Franchi di Firenze sabato 19 novembre alle 15, partita che sarà trasmessa in chiaro su DMAX.

La squadra si è ritrovata al completo agli ordini di Conor O’Shea con i volti nuovi di Tommaso D’Apice, Marco Barbini e Nicola Quaglio che hanno preso il posto degli infortunati Leonardo Ghiraldini e Andrea Lovotti.

Al termine della seduta di allenamento presso il CPO Giulio Onesti di Roma, Giampiero De Carli ha analizzato il match di sabato scorso contro gli All Blacks: “Bisogna dividere la prestazione contro la Nuova Zelanda in due parti. Da un lato c’è il risultato in favore degli avversari che certamente non fa piacere. Dall’altro c’è una prestazione che ci ha dato delle risposte significative: la squadra ha mantenuto un ritmo molto elevato. Un match con 39 minuti di tempo effettivo giocato evidenzia il tutto. Da statistiche e dati GPS abbiamo rilevato che la squadra ha giocato ad alto livello. Questa volta abbiamo affrontato un avversario che andava ad un ritmo ancora più elevato del nostro. Naturalmente ci sono degli errori che vanno limati, ma ci sono degli spunti positivi che ci fanno ben sperare per il futuro”.

Contro il Sudafrica – continua l’allenatore degli avanti – ci aspettiamo una prestazione di livello superiore rispetto alla gara di sabato scorso. Nonostante avessimo tenuto un ritmo alto abbiamo commesso degli errori. Contro squadre di questo livello ogni sbaglio può costarti una meta. Stiamo lavorando in questa direzione, sia in fase offensiva che difensiva. Sono sicuro che riusciremo a vedere qualcosa a breve termine”.