Sabato 3 Dicembre

Roberto Bolle e la sua nuova passione: “mi piacerebbe fare l’attore”

LaPresse/Piergiorgio Pirrone

Dopo aver toccato le vette più alte della danza Roberto Bolle vorrebbe diventare un attore

Il documentario “Roberto Bolle – L’arte della danza” di Francesca Pedroni è stato presentato in anteprima al Torino Film Festival. Il ballerino di fama mondiale si racconta in un’intervista di Boris Sollazzo a Giornalettismo: “ovvio che io abbia amato molto Pina di Wim Wenders, tra i film sulla danza è un capolavoro, restituisce la potenza della scuola e dello stile della Bausch, e lo fa come se tu spettatore fossi presente, sul palco: l’unione della bellezza della danza con quella dei luoghi in cui la portiamo è una magia unica e la provi con quel 3D e quella regia. Entra nelle emozioni vere. Per il resto spazio molto: ultimamente ho apprezzato molto Il Ponte delle spie di Spielberg, Lo chiamavano Jeeg Robot di Mainetti, Carol di Haynes“. E non esclude di fare l’attore. “Perchè no? Non ho pensato a un regista in particolare con cui mi piacerebbe lavorare”. Paolo Sorrentino? “Va bene…“. (ITALPRESS)