Sabato 3 Dicembre

Pallavolo-Samsung Gear Cup, che show del Sudtirol Bolzano: Montichiari steso 3-0

Con una prestazione da urlo, il Sudtirol Bolzano regola senza problemi la Metalleghe Montichiari, salendo così a 7 punti in classifica

Un bellissimo Südtirol Bolzano torna al successo e lo fa nel migliore dei modi, battendo con un netto 3-0 la Metalleghe Montichiari. Le ragazze di Salvagni salgono così a 7 punti in classifica staccando le  bresciane di quattro lunghezze.

CRONACA
Avvio di gara ad appannaggio delle altoatesine (5-3 e 7-3), ma la Metalleghe Montichiari resta in scia (12-10). Papa scalda subito il braccio e trova l’ace del 15-11, ma basta che il Südtirol Bolzano abbassi un po’ l’attenzione che subito le ospiti riescono a riavvicinarsi (18-17 con due ace di fila di Nikolic). I due sestetti tornano in parità sul 20-20, nel finale si gioca punto a punto, Popovic-Gamma conquista la palla set (24-22). Annullata la prima palla set, un attacco lungo di Bauer viene chiamato fuori dai direttori di gara, Salvagni chiama video-check, che trasforma il punto nel 25-23 finale.

Nel secondo parziale le bolzanine partono ancora con il piede giusto: 5-2 e 11-7. Una scatenata Bauer mura Malagurski (14-9), Montichiari non riesce più a tenere il passo delle padrone di casa (17-10) ed il set diventa una passerella per le arancioblù (23-14) che dominano fino alla fine. Nel terzo set il canovaccio della gara non cambia, sono sempre le altoatesine a condurre le danze (5-2 e 10-7). Ma, ancora una volta, qualche errore e le insidiose battute della Nikolic, che la gara torna in equilibrio (10-10): si procede a braccetto fino al 14-14, quando Bartsch e Papa nel finale salgono nuovamente in cattedra (20-17). Montichiari reagisce ancora e si riavvicina fino al 22-21, trovando poi la parità sul 23-23: si va ai vantaggi, dove il colpo di reni vincente è del Südtirol Bolzano, grazie all’invasione a rete di Nikolic ed al muro di Bartsch.

COMMENTI
Francois Salvagni: “Ci voleva, questo risultato ci voleva davvero, ma non solamente per la vittoria in sé o per i punti, ma perché questi sono arrivati giocando una bella pallavolo. Per due set e mezzo abbiamo tenuto noi in mano il pallino del gioco, spesso ci siamo complicati la vita commettendo qualche errore di troppo, ma nel complesso sono molto contento del livello di gioco espresso. Ci serviva un risultato di questo tipo ed una prestazione così, fattori che ci danno tranquillità ed entusiasmo per lavorare per cercare di migliorare ancora e continuare, anche nelle prossime gare, a portarci a casa risultati positivi giocando una bella pallavolo”.

Simona Gioli: “La mia previsione era diversa e c’è rammarico: questa era la nostra partita e dovevamo vincerla, non abbiamo scusanti. Come sempre è mancato qualcosa: è difficile ogni settimana ricominciare e tornare in palestra a cercare ancora soluzioni, ma i punti continuano a mancare, sia in classifica, sia a noi come atlete. Forse dobbiamo fare quel passaggio di testa che ci porti ad essere più convinte nel giocare quando siamo in campo, durante la partita. E’ un momento difficile, ma spero che questa squadra riesca da un giorno all’altro a girare pagina e fare un boato nel campionato, perché se lo merita per tutto il lavoro che facciamo. Ne abbiamo bisogno”.