Domenica 4 Dicembre

“Non mi chiama da 8 anni”, Fascetti scarica Cassano: “si ritiri, non ha capito nulla”

LaPresse/Valerio Andreani

Fascetti scarica Antonio Cassano, l’ex allenatore del Bari deluso dal suo ex pupillo: “adesso si ritiri, che delusione”

LaPresse/Donato Fasano

LaPresse/Donato Fasano

Fascetti scarica Cassano – Dito puntato contro e parole decisamente amare. “Era tornato a casa sua, ma ha trovato il modo di litigare un’altra volta. Può anche appendere le scarpette al chiodo. Di talenti così ne ho visti pochi, ho cercato di spiegargli certe cose, ma ormai non lo sento dal suo matrimonio, saranno 7-8 anni. E’ dura che trovi una squadra a gennaio”. Mittente Eugenio Fascetti, destinatario Antonio Cassano. Un padre deluso dal proprio figlio calcistico. Perché, per Fascetti, Cassano è stato molto più di un semplice calciatore

LaPresse/Valerio Andreani

LaPresse/Valerio Andreani

Fascetti scarica Cassano –Da ragazzino era un talento enorme, con me – svela Fascetti ai microfoni di Sky Sport –  non ha mai avuto problemi, ma aveva 16-17 anni. Non lo puoi imbrigliare in campo, ma fuori ci ha messo molto del suo, non si può sempre scusare. Sono deluso, poteva scrivere un’epoca del calcio italiano per le sue doti naturali, ma non ha fatto nulla per migliorarsi, se l’è cercata. Quando uno va al Real Madrid in quelle condizioni fisiche, vuol dire che ha capito poco del calcio moderno dove la tecnica non basta più. Se vuole venire a parlare con me volentieri, è stato un fuoriclasse che non si è espresso al 100% e veder buttare via un talento di quel tipo non mi ha fatto piacere“.