Giovedi 8 Dicembre

NBA – Ritiro Ray Allen, quella notte in cui ‘Showtime’ lasciò andare lo Swarovski contro gli Spurs [VIDEO]

Dopo aver appreso la notizia del ritiro di Ray Allen, riviamo insieme una delle giocate più importanti della sua carriera: la tripla in gara 6 contro gli Spurs nelle Finals 2013

LaPresse

LaPresse

Ritiro Ray Allen, la tripla che ha fatto la storia – Dopo aver appreso del ritiro di Ray Allen, alla mente è subito ritornata una giocata che ha fatto la storia recente del basket NBA. Siamo alla American Airlines Arena di Miami, di scena gara 6 delle Finals, si affrontano Miami Heat e San Antonio Spurs. C’è elettricità nell’aria, San Antonio è avanti 3-2 ed ha il primo match point: se portano a casa gara 6, Tim Duncan e compagni avranno l’anello al dito. A 19 secondi dal termine del 4° quarto, Kawhi Leonard infila il libero del 95-92, quello che potrebbe voler dire vittoria per gli Spurs.

LaPresse

LaPresse

Riparte veloce Miami, il tempo è tiranno: Chalmers arriva al limite, non può tirare, scarica su LeBron, lui si, tira da fuori. Il ferro nega il pareggio. È finita. Bosh va a rimbalzo, metterla da 2 non servirebbe a nulla. È finita. Scarica fuori per Ray Allen, che sta indietreggiando sull’out di destra con Tony Paker pronto a saltargli addosso. È finita. Allen mette i piedi appena fuori dalla linea da 3, senza guardare, già lo sa dov’è, tripla impossibile in ‘retromarcia’. No, non è finita: il pallone entra 95-95, lo stadio esplode. Il resto è storia: Miami porta a casa gara 6 all’overtime e in gara 7 conquista l’anello. Per citare Federico Buffa: “ci voleva uno che sta già coordinandosi per andare dietro la riga dei 3 punti, sapendo dov’è, e lasciare andare lo Swarowsky“. Semplicemente, serviva Ray Allen.