Venerdi 9 Dicembre

NBA – ‘Mezzo uomo, mezzo fenomeno’: a 39 anni Vince Carter meglio di Michael Jordan

LaPresse/EFE

A 39 anni Vince Carter non sembra volersi fermare più: il cestista dei Grizzlies che ha superato anche il record di Michael Jordan

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Ha 39 anni, 19 stagioni da professionista in NBA alle spalle e non sembra volersi fermare. Vince Carter, il giocatore più vecchio in attività nella lega continua a stupire tutti i fans NBA. Ad inizio carriera, la sua abilità nell’attaccare il ferro aveva impressionato tutti, ora con l’atleticità che viene meno, Vince si è reinventato tiratore da 3. Il soprannome (uno dei tanti) è ‘Vinsanity‘, un gioco di parole fra il suo nome e l’assurdità delle sue giocate. Il ‘nonnetto’ dell’NBA ha addirittura fatto meglio di Michael Jordan, entranto a partita in corso a 39 anni e 287 giorni e firmando 20 punti, MJ si era fermato a 39 anni e 282 giorni. Inoltre il 1° novembre è diventato il 24° giocatore  a entrare nel ‘club’ dei 24.ooo punti segnati in carriera.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Il suo segreto? L’amore per il basket. “Amo giocare, amo competere ed essere parte di tutto questo – ha spiegato Carter in un’ intervista per Grind City Media – Quando salgo sul parquet mi aspetto di giocare alla grande e se non ci riesco mi da molto fastidio. È una bella sensazione potermi dire ‘Ehi, nonostante l’età sono ancora in grado di contribuire ad altissimi livelli’. Non mi aspettavo di rimanere in attività così tanto. All’inizio pensavo di resistere per una quindicina d’anni, soprattutto guardando ai più grandi giocatori della NBA come Jordan, Bird e Magic Johnson, rimasti in campo dai 12 ai 15 anni”. Che dire, un uomo staordinario, o meglio ‘metà-uomo / metà-fenomeno’, un altro dei suoi soprannomi…