Venerdi 9 Dicembre

NBA, il Daily News striglia i Knicks: ecco i 5 problemi che i newyorkesi devono risolvere alla svelta!

LaPresse/Reuters

Il Daily News ha ‘consigliato’ i 5 punti da cambiare alla svelta nel gioco dei New York Knicks di inizio stagione

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Inizio di stagione con tante ombre e poche luci per i New York Knicks che con sole 3 vittorie e 9 sconfitte, occupano la 12ª posizione nella costa Est. Il mercato ha regalato Noah e Rose, due ‘top player’ che non stanno rispettando le attese: il primo è apparso in grave ritardo di condizione, se non addirittura notevolmente peggiorato nel suo gioco; Rose invece va troppo ad intermittenza e non garantisce i punti da 3 che coach Hornacek cerca. Il Daily News, giornale vicino allo sport newyorkese, ha stilato una lista dei 5 problemi che i New York Knicks devono risolvere alla svelta per dare un senso alla loro stagione:

1) La difesa

I Knicks sono consapevoli della loro miserabile difesa, ma forse non fino in fondo. Nei match di domenica avevano il peggior rating difensivo dell’NBA, parametro che non è migliorato molto da da quanto Kurt Rambis è stato proposto come coach difensivo. Si è scelto di evitare i cambi nelle situazioni di pick ‘n roll e di pressare e di incoraggiare una difesa più alta e aggressiva. Non ha ancora funzionato, ma sembra che il problema dei Knicks non sia a livello di schemi ma sia legato a un roster al quale mancano top player difensivi, il che ci porta al punto due…

2) Joackim Noah non è un rim protector

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Era risaputo che Noah fosse in ritardo di condizione nella preseason e non sembra ancora aver recuperato, se escludiamo i match contro Memphis e Chicago. Anche se è stato attivo sotto canestro con 18 rimbalzi, la sua mancanza di rapidità laterale è stata la causa che ha portato i Raptors ad avere successo negli attacchi sulle fasce. C’è stata un azione in particolare nel 4° quarto, quando Kyle Lowry ha superato Rose e Noah nel tentativo di chiuderlo sembrava fosse impantanato nel fango. I Knicks che stanno concedendo 46,2 punti nel pitturato, hanno bisogno della suo apporto attivo e atletico.

3) Derrick Rose va ad intermittenza e soffre con il suo jumper

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

L’ex MVP sta prendendo il 61% dei tiri da dentro il perimetro, mentre da fuori il 28%. Dati orribili Al suo picco come MVP nel 2010-2011, Rose ha preso 285 tiri da 3, questa stagione è a 11. Rose ha affermato dopo la sconfitta di sabato che la fiducia non è un problema e che lui è contento delle sue percentuali a canestro. Al più presto le difese concederanno di più il tiro da fuori a Rose, come hanno fatto con Noah (che non è un tiratore), portando più pressione su Anthony e Porzingis.

4) Jeff Hornacek non ha ancora una rotazione

LaPresse/Reuters

LaPresse/Reuters

Kyle O’Quinn è il centro di riserva? È Willy Hernangomez? Kristaps Porzingis dovrebbe partire dalla panchina? Dovrebbero giocare insieme Derrick Rose e Brandon Jennings? Maurice N’Dour dovrebbe avere posto nelle rotazioni? O dovrebbe esserci Mindaugas Kuzminskas? Sono domande che hanno bisogno di tempo per essere risolte, ma più velocemente Hornacek sceglie una rotazione, più velocemente i Knicks troveranno consistenza ed identità

5) I giocatori cercano scuse

I giocatori si lamentano di arbitraggi sleali. Ad essere onesti, ci sono state tante chiamate contro i Knicks nelle sconfitte contro Raptors e Celtics. Ma basta. Le lamentele dopo ogni chiamata, le accuse di pregiudizi e vendette personali sono tutte povere scuse. Gli arbitri non hanno un ‘ordine del giorno’ contro i Knicks.