Venerdi 9 Dicembre

MotoGp, Tardozzi entusiasta di Lorenzo: “ecco cosa Jorge non riesce a fare”

Soddisfazione ed euforia in casa Ducati: Davide Tardozzi racconta le prime sensazioni “rosse” dopo la mattinata di Lorenzo in sella alla Desmosedici

A due giorni dal termine della stagione 2016 di MotoGp conclusasi con la gara di Valencia vinta da Jorge Lorenzo, i piloti sono tornati in pista sul circuito di Ricardo Tormo per la prima giornata di test IRTA in vista del nuovo mondiale.

jorge lorenzo ducatiInizia subito col botto quindi la stagione 2017 con gli occhi puntati in particolar modo su Jorge Lorenzo che prova per la prima volta la Ducati con la quale gareggerà il prossimo anno. Al termine della sessione del mattino il più veloce in pista è stato Valentino Rossi, seguito da Iannone e Vinales. Il maiorchino invece ha chiuso col settimo tempo. Tutti soddisfatti dopo le prime tre ore di test in casa Ducati: “per quanto ci riguarda, siamo contentissimi della prestazione di Jorge, soprattutto del suo sistema di lavoro di come si sta ponendo, non sta forzando i tempi, giro per giro vuole conoscere sempre meglio la moto e si sta sedendo sulla moto“, ha infatti dichiarato Davide Tardozzi ai microfoni di Sky Sport.

davide tardozziHa chiesto modifiche sul set up nella sua ergonomia, direi che questa è la cosa principale per questa giornata, metterlo a sedere bene sulla moto per rendergli la vita confortevole. Abbiamo spostato un po’ dal serbatoio per caricare meno l’avantreno ma direi che sono piccolezze che sta cominciando a capire per avere una guida un po’ più fluida, quello che dice è che non riesce ad andare giù a fare il massimo angolo con fluidità, quindi non capisce se è il suo stare a sedere sulla moto sbagliato o se è un fatto di bilanciamento della moto“, ha aggiunto il team manager della Ducati.

jorge lorenzo ducati2I tempi sono indicativi, Dovizioso sta facendo un lavoro diverso, sta lavorando sull’elettronica nuova, mentre per quanto riguarda Jorge siamo onesti, chi ha fatto un debutto su una moto nuova come Vinales e Iannone sta andando meglio di noi, sono ragazzi giovani e rampanti, hanno voglia di dimostrare e stanno andando bene, credo che Jorge stia facendo altrettanto bene perchè ha un metodo di lavoro diverso, siamo contentissimi di come sta approcciando il nuovo lavoro“, ha concluso Tardozzi.