Martedi 6 Dicembre

MotoGp, Lorenzo sicuro di sè: “Rossi il più forte della storia? Ho vinto più di lui in Yamaha”

LaPresse/EFE

Jorge Lorenzo pronto ad una nuova avventura: il maiorchino dice addio alla Yamaha e adesso pensa solo in “rosso”

La stagione 2016 di MotoGp è terminata. I fine settimana iniziano a diventare tristi per gli appassionati di sport motoristici che dopo la gara di domenica prossima di F1 dovranno trovare altro da fare nelle tristi domeniche invernali.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Grande festa ieri a Valencia per il titolo mondiale conquistato da Marc Marquez, ma anche per la splendida vittoria di Jorge Lorenzo nell’ultimo appuntamento della stagione e alla sua ultima gara in Yamaha: “il modo migliore per ricordare questi nove bellissimi anni“, ha dichiarato il maiorchino in un’intervista a La Gazzetta dello Sport.

Al posto suo, al team di Iwata, dal prossimo anno ci sarà il giovane Maverick Vinales: “la Yamaha ha preso il pilota migliore che poteva, velocissimo e giovanissimo“, ha aggiunto lo spagnolo.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Per Lorenzo inizia adesso una nuova avventura, domani infatti potrà provare la Ducati, con la quale gareggerà dalla prossima stagione: “nella mia carriera ho già guidato per altre Case, Derbi, Aprilia, Honda. Ma è anche vero che sono tantissimi anni che non cambio squadra e quindi c’è sicuramente curiosità per quello che succederà. Ma abbiamo visto come la Ducati non sia veloce solo sull’acqua, è consistente su tutte le piste“, ha siegato ancora.

LaPresse/EFE

LaPresse/EFE

Impossibile poi non parlare del suo compagno di squadra in Yamaha, Valentino Rossi: “è stato il più consistente, io ho fatto errori e ho avuto problemi in certe condizioni. Però se guardiamo al nostro tempo insieme, io ho vinto più di lui (35 gare contro 24; n.d.r.) e mi consola, soprattutto se senti sempre dire che lui è il più grande della storia”, ha dichiarato Lorenzo che adesso avrà come compagno di squadra Dovizioso: “non so che relazione avrò con Andrea, con Rossi è stata difficile, però è totalmente normale quando in una squadra ci sono due piloti forti che vogliono battere l’altro, due con un carattere forte e tanto orgoglio. Non so come sia Andrea, ma da fuori è uno tranquillo, credo che lavoreremo bene assieme“.

C’è chi dice che Lorenzo in Ducati non avrà vita facile, che saranno tante le difficoltà che dovranno affrontare sia lui che il team: “il futuro lo conosceva solo Nostradamus. Nessuno sa che difficoltà avremo, ma io sono convinto che ci aspetta un buon futuro. Ho scelto la Ducati per farla diventare campione“, ha concluso.