Sabato 10 Dicembre

MotoGp, Lorenzo ‘scrive’ per la Yamaha: “triste lasciare, il 2015 è la stagione in cui ho goduto di più”

LaPresse/EFE

In vista del suo addio alla Yamaha, Lorenzo ha scritto un editoriale per Autosport rivivendo i suoi nove anni nel team di Iwata

Una gara ancora e per Jorge Lorenzo sarà tempo di dire addio alla Yamaha. Quello di Valencia sarà l’ultimo Gran Premio del pilota spagnolo in sella alla M1, prima di passare definitivamente in Ducati. Una lunga avventura pronta a concludersi e che il maiorchino ha voluto rivivere con un editoriale scritto per Autosport.

LaPresse/Alessandro La Rocca

LaPresse/Alessandro La Rocca

E’ un po’ triste lasciare la Yamaha, perché sono stato con loro un sacco di anni e sono entrato in MotoGP con loro quando avevo solo 20 anni. Lascerò dopo nove anni, con un sacco di successi sia per la Yamaha che per me. La scorsa stagione è stata quella in cui ho goduto di più, ha un sapore migliore. Ero stato sempre dietro in campionato, sempre in lotta con la sfortuna, sempre in lotta con i cattivi risultati e recuperavo, per poi perdere di nuovo. Guadagnavo un sacco di punti da Valentino Rossi, poi perdevo ancora finchè, proprio nell’ultima gara, all’ultimo momento, all’ultima curva, all’ultimo giro ho vinto. Quando qualcosa è davvero difficile da ottenere e, infine, si ottiene, il sapore è più dolce. Quel fine settimana di Valencia lo scorso anno è stato speciale.

LaPresse/EXPA

LaPresse/EXPA

Ho avuto un sacco di pressione. Sapevo che dovevo vincere per aggiudicarmi il titolo mondiale”. Dopo i ricordi, è tempo infine di pensare al Gp di Valencia: “gareggiare con la squadra per l’ultima volta a Valencia sarà un momento molto emozionante, perché la squadra mi ha dato tanto. Sono pienamente motivato a lavorare il più duramente possibile – ha concluso Lorenzo – e cercare di finire con un’altra vittoria in Yamaha”.