Sabato 3 Dicembre

MotoGp, Lorenzo nel paddock di Abu Dhabi: “sulla Ducati posso dire solo una cosa, ecco quale”

Jorge Lorenzo l’esperienza in F1 e la nuova avventura in Ducati: ecco le sensazioni del maiorchino

La stagione 2016 di MotoGP è ormai terminata. I campioni delle due ruote dopo aver disputato l’ultima gara, quella di Valencia vinta da Lorenzo, e aver effettuato i primi test invernali, privati e non, adesso si possono godere un po’ di meritato relax.

C’è chi come Valentino Rossi non ce la fa a stare lontano dalle moto e si allena e si diverte con gli amici al suo Ranch, chi preferisce dedicarsi alle prime sciate di stagione come Pol Espargarò e chi invece è volato ad Abu Dhabi per assistere all’ultima gara dell’anno di F1.

Stiamo parlando di Jorge Lorenzo che grazie al suo sponsor Monster ha avuto la possibilità di essere ospite dei box Mercedes a qualche mese di distanza dalla sua esperienza a Silverstone proprio a bordo di una Freccia Argento, precisamente quella usata da Hamilton per il vincere il Mondiale 2014.

lorenzo hamiltonCi sono poche persone che hanno testato MotoGP e Formula 1. E’ sorprendente quanto l’auto sia bassa e vicina all’asfalto di pochi centimetri, quanto freni in ritardo quando si arriva alla curva, il grande carico aerodinamico che ha nelle curve.  Ma in MotoGP se si cade è il corpo che si scontra con il suolo. In F1 si sta molto più protetti”, ha dichiarato il maiorchino come riportato su Tuttomotoriweb.

Lorenzo è stato anche in compagni del connazionale Alonso e ha commentato anche la sua attuale situazione in F1: “difficile. Il potenziale, e lo sappiamo tutti, non è quello che sta mostrando. Ma richiede un processo. Credo che sapeva che stava entrando in un progetto che richiedeva tempo. Speriamo che presto la macchina sia competitiva per lottare per la vittoria ancora una volta… Fernando è sempre stato più veloce dei suoi compagni di squadra e ha raggiunto risultati migliori”.

Infine qualche parola sulla sua nuova squadra, ma nessuna notizia sulle sue sensazioni in sella alla Ducati: “non posso parlare di sensazioni. Posso solo dire che sono molto felice e molto motivato dalla sfida. Lottare per il titolo? Non lo so ancora, ma per i GP certamente si. Iannone e Dovizioso hanno dimostrato che si può vincere con questa moto. Cercheremo in futuro di ottenere più vittorie”.