Sabato 10 Dicembre

MotoGp: la verità sul “calcio” di Rossi alla tifosa bionda, ecco come è andata [VIDEO]

Valentino Rossi e lo spintone alla tifosa bionda: ecco la scena vista da una nuova prospettiva

La stagione di MotoGp è terminata, i campioni delle due ruote si sono sfidati ieri per l’ultima gara dell’anno, a Valencia, nella quale ha trionfato Jorge Lorenzo, seguito sul podio da Marc Marquez e Andrea Iannone. Domani i piloti torneranno in pista in ottica 2017 e testeranno per la prima volta le moto per la prossima stagione: Lorenzo proverà la Ducati, Iannone la Suzuki, mentre Rossi finalmente conoscerà la nuova Yamaha.

Intanto però non si fa altro che parlare del “calcio” del “Dottore” alla tifosa bionda: Valentino Rossi ha chiesto pubblicamente scusa ad Ana, che però sembra avere ugualmente intenzione di denunciarlo. Il campione di Tavullia ha spiegato che per lui è difficile girare per il paddock con tutti i tifosi che gli si fiondano addosso.

Noi avevamo provato a spiegare cosa significa essere un campione come Rossi, mostrando un altro video del Dottore che gira in motorino per il paddock e della gente che noncurante sta in mezzo alla strada, davanti a lui.

Adesso però dai social arriva il video che mostra i momenti prima del tanto chiacchierato incidente: una bolgia di persone impedisce a Rossi di guidare e passare con tranquillità. Finora abbiamo visto e rivisto il video dello spintone del Dottore, rimanendo tutti un po’ stupiti e increduli, forse anche un po’ delusi, adesso però, guardando la scena da un’altra prospettiva, capiamo che le parole di Rossi sono più che vere e che camminare nel paddock per lui è veramente impossibile.

Ecco il video:

MotoGp – Polemica infinita, la donna bionda fa tremare Valentino Rossi: “lo denuncio”

MotoGp, Rossi ma che fai? Bufera sul ‘Dottore’, clamoroso incidente nel paddock [VIDEO]

MotoGp – Calcio alla tifosa? Valentino Rossi non ci sta: “vi svelo quello che è successo”

MotoGp, l’ira della donna bionda non si placa: “Rossi? Ho pure un livido, ecco perchè lo denuncio”